Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Enrico Cialdini

Rapina in tabaccheria, titolare minacciato con il coltello: ladro denunciato

Il colpo di venerdì scorso ha fruttato al rapinatore 800 euro in contanti. Per farseli consegnare ha minacciato il titolare con una lama di 35 centimetri

E’ durato tutto 25 secondi esatti. In quel lasso di tempo il titolare della tabaccheria di via Cialdini, ha visto la morte in faccia. Il rapinatore che venerdì scorso lo ha minacciato con un coltello prima di farsi consegnare 800 euro in contanti è stato rintracciato e denunciato dagli agenti della squadra Mobile guidati dal dirigente Carlo Pinto. Si tratta di un 29enne polacco che ha ammesso le proprie responsabilità, ma nonostante questo la paura e la rabbia non hanno ancora lasciato la tabaccheria.

25 secondi di terrore

Venerdì 9 febbraio, ore 19.14. Alla chiusura dell’esercizio commerciale mancano pochi minuti e Matteo è in piedi davanti alla cassa aperta per contare l’incasso della giornata. La porta del piccolo locale si apre improvvisamente, entra un uomo con pantaloni verde militare, felpa nera e cappuccio calato sul volto semicoperto da una sciarpa. Si piazza davanti al bancone, proprio davanti alla cassa. In quei secondi Matteo, con gli occhi ancora chinati sulle banconote, pensa che quello sia un normale cliente finché non alza lo sguardo e si trova davanti a una lama da 35 centimetri puntata addosso. Lui è raggelato mentre il rapinatore per ben tre volte ripete una frase inequivocabile: «Tira fuori i soldi». Il tabaccaio tentenna e l’ultima volta il ladro accompagna le parole indicando proprio la cassa con la mano sinistra. Una volta accontentato, scappa via correndo. 

Video: Entra in tabaccheria e punta il coltello contro il titolare, le immagini della rapina

«Spero lo riportino a casa sua»

«I soldi li ho comunque persi, mi auguro solo che adesso lo riportino a casa sua, non c’è bisogno di fargli scontare un giorno o una settimana qui». A sfogarsi è la signora Velia, madre del tabaccaio, che proprio oggi ha festeggiato il suo compleanno con ancora addosso la rabbia di quanto accaduto. «Io ero a casa quando mio figlio mi ha chiamato e mi ha detto solo “mamma mi hanno rapinato”, in quel momento mi sono sentita svenire- racconta la donna- quando gli ho chiesto se stava bene e mi ha risposto di sì, ci siamo precipitati tutti in negozio. E’ andata bene che non c’ero io, perché avrei sicuramente reagito». La donna riporta il racconto del figlio, secondo cui il ladro ha preteso i soldi rifiutando però le banconote da 5 euro. Se n’è andato con 800 cash fatti da pezzi da 20 e 10 euro. Nel giro di poche ore è stato incastrato dalle immagini a circuito chiuso della tabaccheria e in questura ha ammesso le proprie responsabilità collaborando al ritrovamento del coltello. Il 29enne è assistito legalmente dall'avvocato Laura Versace, dopo la confessione e vista l’inesistenza di un reale pericolo di fuga, è stato denunciato in attesa del processo. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in tabaccheria, titolare minacciato con il coltello: ladro denunciato

AnconaToday è in caricamento