rotate-mobile
Cronaca

Feroce aggressione nei bagni pubblici e furto in spiaggia, minorenne finisce in carcere

Il giovane lo scorso 16 luglio ha rubato in spiaggia anche portafoglio e smartphone ad un ragazzino mentre faceva il bagno

ANCONA- Il 18 luglio scorso la polizia ha dato esecuzione all’Ordine di carcerazione emesso nei confronti di un 17enne riconosciuto colpevole di rapina aggravata e lesioni personali commesse in concorso. Il ragazzino nel settembre 2021, nei bagni pubblici di Piazza Roma, aggredì un coetaneo, lo prese per il collo e gli sferrò una ginocchiata nello sterno per poi scappare con lo zaino della vittima facendo perdere le proprie tracce. Il giovane ferito allertò la polizia e venne trasportato al pronto soccorso di Torrette. Nell’ottobre 2022 il minorenne è stato condannato dal Tribunale per i Minorenni delle Marche e la sentenza, divenuta definitiva nel marzo scorso, è stata sospesa e al condannato è stato riconosciuto l’istituto dell’affidamento ai servizi sociali. Successivamente, a causa del suo comportamento, è stato revocato il beneficio dell’affidamento ai servizi sociali e ristabilita l’esecutività della sentenza de qua.

Infatti, il 16 luglio scorso, il giovane, in concorso con altra persona, si è reso responsabile di furto aggravato ai danni di un minorenne, al quale hanno sottratto sia il portafogli, che lo smartphone, mentre il ragazzo faceva il bagno a Portonovo. Sul posto è intervenuta la polizia che ha individuato e fermato i responsabili trovati ancora in possesso degli oggetti rubati, poi restituiti ai genitori dell’adolescente che hanno sporto denuncia in Questura. Il giovane, già colpito in passato dal provvedimento del Divieto di Accesso disposto dal Questore per l'area del centro di Ancona, per l’ultimo episodio commesso, a termine delle attività di polizia giudiziaria, è stato colpito da un altro provvedimento disposto dal Questore Capocasa: il divieto di accesso a via del Poggio, località Portonovo, con divieto di accedere e sostare in prossimità dei locali pubblici e di pubblico intrattenimento, compresi gli stabilimenti balneari situati in della zona per un anno. Nelle prime ore della mattinata di ieri, i poliziotti hanno rintracciato il giovane in casa e, dopo le incombenze di rito, lo hanno condotto presso l’istituto di pena minorile di Bari per l’espiazione della pena di 2 anni, 6 mesi e 16 giorni di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feroce aggressione nei bagni pubblici e furto in spiaggia, minorenne finisce in carcere

AnconaToday è in caricamento