Cronaca

Siete persone, siete poliziotti e noi siamo orgogliosi di voi

Hanno salvato la vita a due donne intrappolate nella loro auto in un sottopasso allagato dal nubifragio, quei poliziotti sono stati ricevuti ed encomiati dal sindaco

A mezzogiorno in punto sono entrati nella sala Giunta del Comune accompagnati dal Questore Oreste Capocasa e dal capo delle Volanti, Cinzia Nicolini. Erano in divisa proprio come giovedì mattina quando senza pensarci due volte si sono gettati nell’acqua che aveva allagato il sottopasso di via Caduti del lavoro e, se non fosse stato per loro, avrebbe ucciso le due donne intrappolate nell’auto bloccata. Erano in divissa anche perché dopo la cerimonia con cui la città li ha voluti ringraziare hanno ripreso il loro servizio operativo come fanno ogni giorno. Il video che testimonia l'impresa di giovedì mattina ha già fatto il giro del web ed è arrivato anche a Roma, sullo schermo del capo della Polizia Franco Gabrielli che si complimenterà con loro martedì prossimo di persona. Oggi intanto per il vice ispettore Benedetto Fanesi, l’assistente Capo Pietro Golia, l’assistente Marco Cropo, l’assistente Diego Ravarelli, l’agente scelto Andrea Fioretti e l’agente scelto Simone Cingolani hanno ricevuto gli onori dal sindaco in nome di Ancona. 

L'orgoglio della comunità

Il sindaco Valeria Mancinelli ha consegnato agli agenti gli attestati di riconoscimento a nome della città. Non li ha mai chiamati eroi, anche perché loro sono i primi a non sentirsi tali. Piuttosto, ha detto il sindaco: «Sono persone che svolgono un ruolo e fanno un mestiere difficile con la passione, con la testa e con il cuore. Vogliamo ringraziarli e dire loro che siamo felici e orgogliosi di avere gente come loro nella nostra comunità. Con la Polizia di Stato questa città ha da sempre avuto un rapporto non solo di stima- ha proseguito il sindaco prima della consegna delle onorificenze- ma anche qualcosa di più, direi di amicizia e quasi di affetto, lo stesso affetto che senti da chi ti sta vicino non solo per dovere». Uno ad uno gli agenti sono stati chiamati per nome e hanno ricevuto la pergamena, segno tangibile della riconoscenza cittadina. Al Questore la Mancinelli ha invece donato una targa. 

Padri e madri di famiglia

«Ringrazio il mio personale a cui voglio molto bene- ha commentato Capocasa- sono particolarmente legato ai miei uomini anche perché ho avuto un trascorso sulla strada quindi sò bene cosa significa interpretare il ruolo della Volante. I nostri poliziotti sono gente che ogni giorno fa il proprio lavoro in modo normale e senza esaltarsi cercando di soddisfare i bisogni della gente che sono la sicurezza e, come nel caso di ieri, la salute. Quello che piu mi preme sottolineare però è che sono padri e madri di famiglia accompagnati e sostenuti da alto spirito di servizio. Ogni volta che escono vedo in loro un senso di appartenenza e vicinanza alla società civile che li aspetta là fuori. Ci sono stati ieri, ci sono oggi e ci saranno anche domani con la loro determinazione e semplicità. Svolgono il loro ruolo naturalmente, ma senza esitare nei momenti difficili».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siete persone, siete poliziotti e noi siamo orgogliosi di voi

AnconaToday è in caricamento