Furti in serie nelle auto, erano l'incubo di mamme e sportivi: ladri amanti in manette

I carabinieri hanno arrestato marito e moglie, considerati responsabili di oltre 60 colpi: rubavano borse, portafogli e carte di credito con cui effettuavano prelievi

Foto di repertorio

Oltre sessanta furti su auto e capanni agricoli: è finita in manette una coppia di rom, d’origine piemontese ma radicata in un campo nomadi nella provincia di Ancona. Marito e moglie erano specializzati nel rubare portafogli e borse dai veicoli in sosta: in particolare, avevano preso di mira quelli parcheggiati nei pressi della pista ciclabile di Campocavallo, ma anche di asili e scuole di Osimo.

Sono indagati per 63 furti compiuti in 8 mesi, tra il dicembre 2018 e l’agosto 2019, anche in altre province delle Marche e dell’Emilia Romagna. Ad arrestarli nella serata di ieri (11 maggio) nella provincia di Vercelli, nell’ambito dell’operazione “On the road”, sono stati i carabinieri del Norm di Osimo, guidati dal maggiore Luigi Ciccarelli, sulla base dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Carlo Masini, su richiesta del pm Rosario Lioniello. La coppia rom è accusata di furto aggravato in concorso e utilizzo indebito di carte di credito. Dopo 4 mesi di indagine, gli investigatori sono riusciti a scovare i due coniugi: lei, 35 anni, il più delle volte faceva il “palo” mentre lui, 43 anni, si introduceva nelle auto per rubare borse, portafogli, cellulari e anche carte di credito che poi venivano utilizzate per prelevare denaro dagli sportelli automatici.

Dei 63 furti imputati alla coppia, 29 sono avvenuti nell’Anconetano, di cui 16 ad Osimo, 20 nel Maceratese, 4 a Fano e 10 a Rimini. L’indagine è scaturita da una serie di colpi commessi nel gennaio 2019 nel parcheggio dell’area attrezzata di Campocavallo di Osimo: le vittime venivano derubate mentre facevano jogging o sport all’aria aperta. Al rientro, trovavano i finestrini in frantumi e le loro cose sparite. Stessi episodi erano stati denunciati nei pressi di vari asili della Valmusone, mentre le mamme andavano a prendere i propri figli. Grazie alla collaborazione con la polizia municipale di Osimo e Castelfidardo, gli investigatori sono risaliti alla coppia di ladri che ora si trovano in carcere in attesa del processo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento