Non studiano e non lavorano, nelle Marche sono oltre 2.000: in arrivo un piano regionale

Sono i neet, dall'acronimo inglese "Not in Education, Employment or Training". Regione, scuola e università insieme per creare occupazione. L'assessore Bravi parla di risorse nazionali per un piano regionale

Nelle Marche si contano 2.030 giovani fino a 29 anni che hanno abbandonato gli studi e non cercano lavoro. Sono i cosiddetti neet, dall'acronimo inglese "Not in Education, Employment or Training", e compongono un gruppo sociale non da poco per il quale ora, la Regione Marche, cerca di fare qualcosa coinvolgendo sia gli istituti scolastici che le università.

L’obiettivo è quello di avviarli al lavoro. È quanto prevede – si legge in una nota di Palazzo Raffaello - una delibera approvata dalla Giunta regionale che regolamenta l’utilizzo di nuove risorse nazionali del Programma FIxO (Formazione e Innovazione per l’Occupazione) assegnate alla Marche da Italia Lavoro (Agenzia del ministero del Lavoro)». Il nuovo programma verrà sviluppato attraverso un Piano regionale, approvato dalla Giunta nell’ultima seduta prenatalizia, che integra gli interventi avviati con Garanzia giovani Marche.

«Con questo provvedimento vogliamo raggiungere i giovani Neet marchigiani che hanno i requisiti previsti dal Garanzia giovani, ma non usufruiscono delle opportunità del programma - spiega l’assessore al Lavoro Loretta Bravi – A questi ragazzi che non studiano e non cercano lavoro forniamo informazioni sui servizi disponibili, come l’orientamento, l’accompagnamento lavorativo, il tirocinio. Le nuove risorse assegnate consentiranno di implementare le iniziative regionali di Garanzia giovani per contrastare la disoccupazione giovanile e ridurre i tempi di ingresso nel mondo del lavoro, allineando le competenze scolastiche con i fabbisogni professionali delle imprese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus si propaga nelle Marche, quasi 100 persone in isolamento in tutte le province

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

Torna su
AnconaToday è in caricamento