Cronaca Osimo

Picchia la moglie e poi le tira addosso l'urna con le ceneri della madre e un cane

La testimonianza a processo di una donna vittima di violenza da parte del marito, poi arrestato dai carabinieri e ora alla sbarra per maltrattamenti in famiglia

Prima si è ubriacato. Poi ha iniziato a inveire contro la moglie picchiandola e lanciandole contro vari oggetti che si trovavano in casa. Tra questi anche l’urna cineraria che conteneva le ceneri di sua madre. Un racconto choc quello fatto da una donna anconetana di 41 anni chiamata a testimoniare al processo che vede il marito accusato di maltrattamenti in famiglia.

L’uomo, un camionista 42enne, in quell’occasione, era stata arrestato dai carabinieri di Osimo. La donna era stata costretta a scappare e a rifugiarsi in casa dei suoi genitori a Sirolo. «Mi ha tirato contro tutto ciò che trovava a portata di mano». Anche uno dei cani di casa è stato sollevato da terra e scagliato contro la donna. Quando lei ha fatto per scappare, lui l’avrebbe anche raggiunta con un coltello in mano e, dopo averla minacciata di morte qualora fosse andata via, l’ha spinta facendola cadere. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie e poi le tira addosso l'urna con le ceneri della madre e un cane

AnconaToday è in caricamento