rotate-mobile
Cronaca

Carichi di droga per il grossista di piante: maxi sequestro di 1,5 tonnellate di marijuana

Il giro di droga avrebbe potuto fruttare sul mercato degli stupefacenti oltre 7,7 milioni di euro

Un arresto e cinque denunce correlate ad un maxi sequestro di 1,5 tonnellate di marijuana, circa 5mila piante di cannabis, 32.600 euro in contanti, automezzi, cellulari e macchinari. E' il risultato di una doppia operazione della guardia di Finanza di Ascoli Piceno che in due differenti interventi è riuscita a sgominare un giro di droga che avrebbe potuto fruttare sul mercato degli stupefacenti oltre 7,7 milioni di euro. L'operazione ha interessato diverse regioni italiane. 

IL VIDEO DEL SEQUESTRO 

Il primo intervento, scaturito da una mirata attività d’intelligence, ha permesso di intercettare, grazie anche al fiuto delle unità cinofile, una spedizione in transito presso un centro logistico di smistamento di un corriere della zona. La droga era destinata ad una società con sede in un paese del Sud, presso un commerciante all’ingrosso di fiori e piante. I finanzieri sotto copertura hanno simulato la consegna al destinatario dello stupefacente. La merce, pari a 169 chili, è stata ritirata dal rappresentante legale della società che è stato quindi colto sul fatto e arrestato per violazione, con contestuale sequestro della sostanza stupefacente. Da un successiva perquisizione degli immobili in suo possesso sono emersi oltre 4 quintali di marijuana, nonché denaro contante. L'Autorità Giudiziaria ha ordinato una perquisizione personale e locale nei confronti del mittente, nel corso della quale i finanzieri hanno scoperto e sottoposto a sequestro 4.823 piante di canapa indiana, 582 chili di cannabis, infiorescenze, foglie e resine di marijuana oltre a vari macchinari per la lavorazione, denunciando tre responsabili.

Il secondo intervento riguarda invece un'altra spedizione di oltre un quintale di marijuana, in transito sempre presso lo stesso hub piceno ed avente lo stesso destinatario nel Meridione. Il diverso mittente, questa volta in una regione del Nord Italia, ha portato al sequestro di 225 chili di marijuana, decine di migliaia di euro in contante e la denuncia all'Autorità magistratuale di due soggetti. Le attività, eseguite in tempi molto ristretti, hanno rappresentato la fase conclusiva di un periodo di indagini eseguite sia con le tradizionali tecniche di pedinamenti e appostamenti, che con l’utilizzo di sofisticate apparecchiature con cui i finanzieri ascolani sono riusciti a svelare le identità e il modus operandi dei criminali identificati dediti alla produzione e vendita della sostanza stupefacente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carichi di droga per il grossista di piante: maxi sequestro di 1,5 tonnellate di marijuana

AnconaToday è in caricamento