menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Automedica davanti alla palestra

Automedica davanti alla palestra

Arresto cardiaco in piscina, il defibrillatore della palestra le salva la vita

Erano circa le 10 quando il bagnino si è reso contro di come una donna stesse perdendo il ritmo dell’allenamento fino quando non è crollata in acqua

Ha un malore in piscina e va in arresto cardiaco, l’intervento dell’istruttore e del defibrillatore le salvano la vita. E’ quanto avvenuto questa mattina al centro sportivo Eschilo Conero Wellness di Ancona dove si teneva il corso di ginnastica antalgica. Proprio il gruppo che stava guidando Fabrizio, istruttore di fitness e bagnino da più di 10 anni. Erano circa le 10 quando si è reso conto di come una donna, un’anconetana di 65 anni, stesse perdendo il ritmo dell’allenamento, fino a quando non è crollata in acqua. L’istruttore si è subito buttato in acqua per tirarla fuori dalla piscina mentre un altro bagnino allertava il 118. Ma quando la 65enne è stata appoggiata a bordo vasca ormai non respirava più. In quei secondi che sembravano ore, sono arrivati anche due medici che in quel momento, per fortuna, si stavano allenando nella sala pesi adiacente alla zona acqua. Il massaggio cardiaco prima e l’uso del defibrillatore presente nella struttura sportiva di Pontelungo dopo hanno fatto riprendere battito al cuore della donna.

Poco dopo alla Conero Wellness sono arrivati anche gli operatori dell’Automedica del 118 e i volontari della Croce Gialla di Ancona, che hanno posto l'anconetana sulla barella per poi trasportarla in codice rosso all’Pronto Soccorso dell’ospedale regionale di Torrette. Quando la donna è salita sull’ambulanza era cosciente, rassicurata dalla presenza di Fabrizio, l'allenatore che poco prima l’aveva tirata fuori dall’acqua dove si era sentita male. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento