rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Due mesi dal terremoto, ma nessuno toglie le macerie

Detriti occupano ancora il marciapiede in corso Carlo Alberto rendendo difficile il passaggio ai pedoni e a chi ha i negozi

ANCONA - Sono passati due mesi dalla scossa di terremoto che il 9 novembre scorso ha fatto svegliare tutti alle 7.07, con la paura addosso. Nonostante il tempo trascorso le macerie regnano ancora in corso Carlo Alberto. Perché nessuno le toglie? Se lo stanno chiedendo i negozianti che lavorano nella zona e dove, per via del marciapiede occupato, sono stati tolti anche dei posti auto per far passare i pedoni. Inutili le transenne di legno, messe a ridosso di una palazzina, poco prima della ex Standa, che aveva auto dei distacchi di rivestimento esterno per via del sisma. Sono rotte e anche queste finite sul marciapiede. Così non è più in sicurezza ma fa solo sporcizia e degrado. Però a quanto sembra nessuno controlla e il panorama è desolante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due mesi dal terremoto, ma nessuno toglie le macerie

AnconaToday è in caricamento