rotate-mobile
Cronaca

Ascoli, scontro fra aerei: ancora nessuna traccia dei militari

Nella serata di ieri, nella zona di Casamurana, è stato rinvenuto un paracadute. I mezzi dell'Aeronautica Militare pattugliano l'area alla ricerca dei quattro soldati che componevano i due equipaggi, di cui sono state rese note le identità

Proseguono incessantemente da ieri le ricerche dei quattro militari che si trovavano a bordo dei due Tornado del Sesto Stormo di Ghedi che si sono scontrati nei cieli di Ascoli, dando origine anche ad un vasto incendio sulle colline tra Olibra e Venarotta. I mezzi dell’Aeronautica Militare e le altre unità di soccorso pattugliano l’area alla ricerca dei quattro soldati che componevano i due equipaggi, di cui sono state rese note le identità: si tratta del capitano pilota Alessandro Dotto e il capitano navigatore Giuseppe Palminteri, del capitano pilota Mariangela Valentini e del capitano navigatore Paolo Piero Franzese.

Alle prime ore del mattino si è alzato in volo anche un Predator del 32esimo Stormo di Amendola per portare avanti le ricerche aeree, rese al momento molto difficoltose dal fumo degli incendi ancora in corso nell’area: solo quando saranno stati domati tutti i roghi potranno partire anche le ricerche “dal basso”, guidate dal pool dell’Aeronautica per le ricerche terrestri.

Nella serata di ieri, nella zona di Casamurana, è stato rinvenuto un paracadute. La Procura di Ascoli sta seguendo tutte le fasi della vicenda, ma è probabile che la questione passi alla competenza della magistratura militare.

LA DINAMICA. I due caccia provenienti da direzioni diverse, si sono scontrati in volo. La collisione è avvenuta nel corso di una missione di addestramento in vista di un’esercitazione Nato, a una quota di 500 metri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascoli, scontro fra aerei: ancora nessuna traccia dei militari

AnconaToday è in caricamento