Cronaca

Maschera e catene contro la "tassa" tamponi: «Rappresento gli italiani traditi»

La protesta di Gianmarco davanti al Comune di Ancona: «Se il vaccino non è obbligatorio, perché devo pagare l'alternativa?»

ANCONA - Si fa chiamare Gianmarco (nome di fantasia), indossa una maschera di cartone e ha i polsi ammanettati. Stamattina si è incatenato all’ingresso di Palazzo del Popolo per protestare contro il Green Pass, ma soprattutto contro l’obbligo di pagare il tampone per ottenerne uno (provvisorio). «Se la vaccinazione non è obbligatoria, perché devo pagare l’alternativa per ottenere il Green Pass? Dov’è la mia libera scelta? Il tampone, messo così, è una tassa» spiega (GUARDA IL VIDEO). «Io non contesto l’efficacia dei vaccini, non ne capisco nulla di queste cose, quello che mi fa arrabbiare è il contorno». Dietro la sua maschera, specifica, non c’è solo il suo volto. Gianmarco vuole rappresentare altri italiani che lui definisce «traditi». Chi è che tradisce? «Chi sostiene la vaccinazione indiscriminata. Tu, Stato, non ti puoi fidare di una mia certificazione, perché ci sono cose che potrei non sapere. Potrei anche avere un danno da vaccino per problemi che a priori potrei non sapere e quindi non dichiarare. Mi spiego, se ho una carie e non mi fa male, io non me ne accorgo. Quindi come posso garantire di non avere altre malattie pregresse?». 

Capitolo Green Pass: «E’ assurdo, se c’è una percentuale di vaccinati che può contagiare, che senso ha dare un certificato?- dice Gianmarco- ripeto, non discuto l'efficacia del vaccino, non le sò queste cose, ma dov’è la sicurezza dei luoghi? Se voglio portare mia figlia a fare sport, o la vaccino o devo farle fare il tampone e pagare. Quella libera scelta non c’è. Preferisco non dire quale lavoro faccio, ma dico solo che dopo il 15 ottobre o pago la “tassa” del tampone o non lavoro». In molti si fermano a osservare la protesta di Gianmarco: «Molti dicono che sono d’accordo con me, anche solo un “c’hai ragiò”. Quanto resterò qui? Finché qualcuno non verrà a darmi risposte. Sicuramente non succederà e mollerò prima io, ma di certo non schioderò dopo due ore». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maschera e catene contro la "tassa" tamponi: «Rappresento gli italiani traditi»

AnconaToday è in caricamento