rotate-mobile
Cronaca

«Fedez e Sfera Ebbasta insieme per una serata sulla sicurezza rivolta ai giovani». La proposta di Giuseppe, il papà di Mattia Orlandi

Il genitore lo ha detto a margine del processo bis sulle vittime di Corinaldo, nel giorno in cui sono arrivati i due artisti a testimoniare in tribunale. In aula sono stati ascoltati anche i familiari di Asia Nasoni ed Emma Fabini 

ANCONA - «Sarebbe bello, un bel pensiero se Sfera Ebbasta e Fedez si riunissero tra di loro per organizzare una serata e poi, soprattutto, devolvessero dall’incasso una parte in beneficenza». E' l'appello lanciato a margine del processo bis per la strage nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo da Giuseppe Orlandi, papà di Mattia, 15 anni di Fossombrone, una delle giovani vittime della tragedia avvenuta tra il 7 e l’8 dicembre del 2018, quando cinque adolescenti e una mamma 39enne, rimasero uccisi nel fuggi fuggi dal locale in cui era stata spruzzata una sostanza urticante. Giuseppe oggi era in tribunale come nelle altre udienze e dopo le testimonianze rese dai due artisti ha avuto questo pensiero, fargli organizzare una serata per un divertimento in sicurezza dedicato ai ragazzi di oggi. Ha espresso il desiderio che i due artisti tengano una serata a sfondo benefico «per dimostrare veramente che ci tengono a questa tragedia e a quello che è avvenuto». La proposta-appello di Giuseppe Orlandi è quella di «dedicare una parte» dell’incasso della serata «per acquistare due ambulanze, una per la provincia di Ancona e una per la provincia di Pesaro».

«Avevo pensato - ha detto Orlandi - a tutto l’impegno che hanno messo quella sera i medici, gli infermieri del 118 e anche i vigili del fuoco». «Hanno fatto un lavoro incredibile - ha ricordato, visibilmente commosso - e si sono trovati anche loro di fronte a una situazione raccapricciante». Chissà che l'appello non venga colto. In aula oggi è stato anche il momento di sentire i genitori di due giovani vittime della discoteca, Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia e Asia Nasoni, 12 anni di Marotta. Per Emma c'era il padre Fazio che nel raccontare quella sera si è dovuto interrompere per la forte commozione che lo ha colto. Per Asia c'erano la madre e il padre. Hanno raccontato i preparativi di quella sera e la figlia rivista solo coperta da un telo. Prossima udienza il 31 marzo per completare i testimoni di parte civile. Il 21 aprile toccherà invece ai consulenti poi potranno iniziare i testi delle difese.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Fedez e Sfera Ebbasta insieme per una serata sulla sicurezza rivolta ai giovani». La proposta di Giuseppe, il papà di Mattia Orlandi

AnconaToday è in caricamento