Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Marina, giovane mamma uccisa dal fratello del compagno. La confessione del killer Andrea Marchionni

La donna, 40 anni, sarebbe stata freddata a colpi di pistola. Andrea Marchionni, fratello del suo compagno, avrebbe confessato l'omicidio ai carabinieri. Mistero invece sul movente

FOSSOMBRONE - Un boato a squarciare la tranquilla campagna pesarese. Il corpo esanime di Marina Luzi, 40 anni, che cade a terra: davanti a lei un viso familiare, quello di Andrea Marchionni, 47 anni, fratello del suo compagno. Sarebbe stato proprio lui qualche minuto dopo a recarsi dai carabinieri di Fossombrone con ancora la pistola in mano, regolarmente detenuta, confessando l'omicidio: «Sono stato io ad ucciderla». Il dramma si è consumato nella tarda mattinata di oggi in un'abitazione di via Pirandello, in una zona rurale intorno a Fossombrone. 

La giovane mamma sarebbe morta sul colpo. Si trovava da sola nella villa bifamiliare di famiglia dove viveva con suo marito. Di sopra invece abitava suo cognato Andrea. Alle 10.30 di questa mattina il 47enne sarebbe sceso nell'abitazione di Marina con in mano una pistola semiautomatica. Un colpo in testa sarebbe stato sufficiente per uccidere la 40enne. A quel punto l'uomo si sarebbe diretto verso la caserma dei carabinieri dove avrebbe confessato l'omicidio. Il movente però non è ancora chiaro: attriti familiari o di interesse economico? Sulla vicenda indagano i militari che nelle prossime ore dovranno far luce su quanto successo tra le mura della villetta di via Pirandello. Sotto choc la comunità di Fossombrone, dove la vittima ed il suo compagno erano molto conosciuti. Marina Luzi, mamma di una bambina di 2 anni, lavorava in città come geometra mentre Enrico Marchionni come pizzaiolo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marina, giovane mamma uccisa dal fratello del compagno. La confessione del killer Andrea Marchionni
AnconaToday è in caricamento