Insulti tra i vigili a Falconara, l'Ugl: «Scandalosa l'ultima trovata dell'Amministrazione»

Il sindacato critica aspramente la decisione del Comune di convocare le agenti di sesso femminile, all'audizione di fronte alla conferenza di capi gruppo consiliari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

È semplicemente scandalosa l’ultima trovata dell’amministrazione falconarese  di far fare una “audizione di fronte alla conferenza di capi gruppo consiliari  convocando le componenti agenti di sesso femminile del corpo della polizia municipale ” in merito al linguaggio a sfondo sessuale utilizzato da un ufficiale della stessa p.m.. nonostante  che per  sua stessa ammissione (davanti al giudice e alla dirigente del personale) e’ stato segnalato da diversi colleghi  per l’uso di un linguaggio non consono sul posto di lavoro. Es: "ti sei fatto il bidet?" "Ti inculo!", "Vieni un bo….o qui?" e altre parole non ripetibili. Noi condanniamo questo modo di fare, se esite un problema di natura politica (vedi mozione di sfiducia presentata dall’opposizione), questa deve essere gestita e risolta nell’alveo naturale della stessa e non schermandosi dietro la dignità di tutti i lavoratori, i quali pressati psicologicamente ed esposti ad un “processo” di natura politica si vedono strumentalizzati e umiliati. cosa si nasconde dietro a tutto questo? Si vuole giustificare qualcuno o qualche cosa? Per noi è inaccettabile. Infatti a  tutela di tutti i lavoratori e lavoratrici del comune di Falconara, l’Ugl e Sulpl hanno dato mandato ai propri legali di individuare responsabili e responsabilità in merito al fatto sopradescritto e alla sua gestione e di citare i fautori (dirigenti e  non) nelle sedi opportune.  

Torna su
AnconaToday è in caricamento