Cronaca

“La Memoria del cuore di Falconara”, cronache poetiche dalla città in movimento

Nell'ambito del progetto "Falconara Città della Poesia" sono state presentate tre raccolte di poesie di Fiorella Corinaldesi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Il giorno 17 novembre 2015 al Centro Pergoli di Falconara Marittima, alle ore 17.30, nell’ambito della rassegna culturale “In autunno piovono libri” proposta dall’Amministrazione Comunale, c’è stato un incontro plurigenerazionale per rivisitare la Falconara di una volta. Due sale gremite hanno accolto con grandi applausi la gioiosa autonarrazione dei monumenti falconaresi, accompagnata da foto d’epoca di Giorgio Marinelli. Gli alunni e le alunne della IV° B della Scuola Elementare L. Mercantini, preparate amorevolmente dalla loro insegnante Patrizia Lizzadro, assieme alle allieve e agli allievi della I°A e I°E della Scuola Media G. Ferraris, seguiti con vivo entusiasmo dalla prof.ssa Paola Marino, sono stati accompagnati nella lettura di poesie storiche dai generosi e carismatici attori Paolo Brugiati e Paola Marino. Musiche d’epoca, il gradito saluto delle autorità portato dalla dott.ssa Graziana Capati dell’Ufficio Cultura e il saluto multilingue di Irene Di Rosa hanno accolto il pubblico intervenuto numeroso. La Presidente dell’UNITRE, prof.ssa Pina Sidoti, ha presentato il progetto “La Memoria del Cuore di Falconara” di F. Corinaldesi, G. Marinelli, P. Marino, P. Lizzadro, cogliendone con squisita sensibilità lo spirito e il fine.

Fiorella Corinaldesi, autrice dei versi, ha ringraziato i presenti e tutti coloro che si sono adoperati in una corale collaborazione che ha visto coinvolti il Comune, le Scuole, i commercianti e tanti volontari per Falconara, fra i quali quelli della Croce Gialla a cui è stato devoluto il ricavato delle raccolte poetiche nate nell’ambito del progetto. Alla emozionante e simpaticissima lettura dei componimenti ha fatto seguito, dulcis in fundo, la proiezione del raro film d’epoca, gentile prestito di Giorgio Marinelli, “Falconara: la bella estate del 1934” di Gianni Puccini, che è stato efficacemente contestualizzato da Paolo Brugiati. Questa originale occasione di coinvolgimento emozionale collettivo e di arricchimento delle conoscenze del nostro passato è stata molto apprezzata sia dai grandi che dai piccini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La Memoria del cuore di Falconara”, cronache poetiche dalla città in movimento

AnconaToday è in caricamento