Rompono le recinzioni per andare al mare, la passeggiata costa cara: 400 euro a testa

Pesante sanzione per due anconetani che hanno violato la normativa e sono stati sorpresi dalla polizia locale: le spiagge restano off limits

Foto di repertorio

Hanno rotto le recinzioni per andare a fare una passeggiata alla Grotta Azzurra, trascurando il divieto di accedere alle spiagge.

Ora sono guai per due anconetani, sorpresi questa mattina nei pressi della pineta del Passetto dalla polizia locale. L’escursione costerà carissimo ai due: una multa da 400 euro a testa che, se pagata entro un mese, sarà ridotta a 280 euro, come disposto dalle normative per il contenimento del Coronavirus

Oltre 100 controlli anche quest'oggi da parte degli agenti della comandante Liliana Rovaldi che hanno verificato 89 veicoli 11 pedoni 26 attività commerciali del territorio dorico. 

CORONAVIRUS, SI CONTINUA A MORIRE: 17 DECESSI IN UN GIORNO 

BUONI SPESA, AL VIA LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE 

CARENZA DI PROTEZIONI, ESPOSTO IN PROCURA DEGLI INFERMIERI 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento