menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grazie, a processo il pusher "Ingordo": condannato a 10 mesi

E' stato condannato a 10 mesi di reclusione il pusher delle Grazie, arrestato una settimana fa circa dai carabinieri di Falconara. Ora dovrà restare agli arresti domiciliari, che gli sono stati confermati dal giudice

E’ stato identificato come uno dei principali spacciatori del territorio anconetano, tanto da guadagnarsi la nomea di “Ingordo”. Solo una settimana fa i carabinieri della tenenza di Falconara avevano arrestato un 27enne di origini tunisine. Stamattina (giovedì) si è tenuto il processo che vedeva l’uomo accusato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e difeso dall’avvocato Pietro De Gaetani. L’uomo aveva dichiarato che era solo un consumatore, ma il giudice monocratico Francesca De Palma evidentemente non gli ha creduto e lo ha condannato a 10 mesi.

Non un pusher qualsiasi perché il giovane tunisino aveva fatto fortuna nel mercato nero anconetano, tanto da poter guadagnare anche 20mila euro al mese, fare il bello e il cattivo tempo con i clienti e, a volte, spostarsi anche con un autista per arrivare al di fuori del territorio comunale. Anche lì aveva degli affari, almeno fino a poco fa perché ora si trova agli arresti domiciliari, confermati dal giudice nonostante la richiesta di cessazione della misura cautelare da parte del legale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento