Arriva il nuovo questore: «Al di là dei dati, lavorare perché la gente si senta più sicura»

Dal primo aprile a capo della Questura dorica. Ma Claudio Cracovia è già carico: «Sono appassionato di storia e felice di arrivare nella millenaria Ancona»

Claudio Cracovia al centro

Prenderà servizio il primo aprile. Non per scherzo ma con la serie intenzione di farsi subito un giro di ascolto per rendersi conto della realtà. Claudio Cracovia, 60 anni, attuale questore a Udine, sta per dare il cambio a Oreste Capocasa al vertice di via Gervasoni. Lasciando da parte le tabelle statistiche dei reati per un approccio più di prossimità con le persone. «Preferisco prendere coscienza dei problemi soprattutto attraverso le parole dei cittadini - spiega - quali sono le loro paure, al di là dei dati. L'ascolto è fondamentale. Quello dei furti in abitazione, dei reati contro il patrimonio rappresentano un crinale di rischio notevole. Una problematica che si riscontra in tante altre realtà del Paese. Se questo è uno dei fattori di insicurezza, rinnoverò l'impegno su questo fronte».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul rischio declassamento della Questura, paventato dai sindacati, non si scompone. «Ancona adesso è sede da dirigente generale, c'è una procura distrettuale: questa è la realtà sulla quale ci dobbiamo misurare. Senza alibi o scuse. Il nostro compito è impattare sui problemi, lavorare perché la gente si senta più sicurezza». Appassionato di storia, Cracovia di dice entusiasta della sua nuova destinazione. «Ancona ha una storia millenaria - aggiunge - e con le Marche rappresenta una realtà economica e geografica molto importante. La conosco perché ci sono venuto in vacanza tanti anni fa. Le cose saranno cambiate ma ricordo scorci stupendi e gente molto alla mano, simpatica e cordiale. E poi è una città sul mare e io sono un uomo di mare. Insomma, sono contento e impaziente di mettermi a disposizione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento