rotate-mobile
Cronaca

Cantieri aperti nel rione Adriatico, parte il restyling. Sediari: «Arriveranno anche gli eventi»

Il cuore del rione Adriatico si rifà il look. I cantieri per il rifacimento dei marciapiedi lavorano a pieno regime. All’orizzonte il taglio del nastro dei lavori per la riqualificazione dello Stadio Dorico

ANCONA - I cantieri per il rifacimento dei marciapiedi di corso Amendola. L’avvio ormai imminente del restyling dello Stadio Dorico. L’arrivo di eventi per famiglie, un po’ sull’onda delle precedenti edizioni della Notte bianca di Corso Amendola. Il quartiere Adriatico ritrova il suo tipico slancio e quella vitalità che ha sempre contraddistinto il centro commerciale naturale nel cuore della città. «Stiamo pensando di accompagnare questo progetto di riqualificazione ad una serie di iniziative - afferma Pierpaolo Sediari, vicesindaco con delega al commercio -. Ovviamente non potranno avere una frequenza elevata, ma in alcuni momenti dell’anno, vista anche la fine dell’emergenza covid, si può pensare di fissare alcuni appuntamenti di grande attrazione». Il primo dovrebbe essere fissato per il 15 aprile: un grande evento per la città e per il quartiere, con musica  e intrattenimento. Un po’ come accadeva un tempo con la Notte bianca di corso Amendola. 

L’entusiasmo

Tra gli operatori c’è un certo entusiasmo, ma le raccomandazioni non mancano: «che questi lavori non siano solamente il frutto di una strategia legata alla campagna elettorale» commenta Martina Mazzarini, titolare del negozio Mom & Pop. Posizione condivisa anche da Andrea Paci, titolare dello Stadio Bar: «è mai possibile che ci si da un gran daffare solo in vista delle elezioni? - domanda con un velo di polemica - Chiaro che ci fa piacere se il Comune rimette a nuovo i marciapiedi e interviene con altri lavori sul quartiere, ne beneficiamo tutti: noi commercianti e i cittadini stessi. Ma che tutto questo non sia solamente un grande spot elettorale, perchè qui c'è bisogno di attenzione tutto l’anno». 

Il restyling 

Entro marzo è previsto l’avvio dei cantieri allo Stadio Dorico: una nuova tribuna da circa 800 posti, 4 campi da tennis e uno da padel, uno da calcetto in erba sintetica e anche la curva verrà messa nuovo. Investimento complessivo 5 milioni di euro, di cui una parte è già stata spesa. E poi i cantieri per il rifacimento dei marciapiedi lungo corso Amendola. Gli operai sono al lavoro da giorni e nell’arco di due settimane, sempre se non intervengano intoppi, le reti rosse dovranno essere rimosse. «Era ora che si facesse qualcosa anche per questa parte di città - commenta la commerciante Paola Coen - questa è una zona che merita di essere messa in evidenza».  Al mercato di via Maratta, invece, dopo le manutenzioni effettuate dal Comune alla struttura portante, c’è stato l’arrivo di un nuovo ristorante: Bottega Morini. Un investimento da parte del privato Stefano Morini, noto ristoratore della città, che potrebbe stimolare altri imprenditori all’apertura di nuove attività. Del resto corso Amendola si presta ad una certa vivacità dal punto di vista degli esercizi pubblici, tanto che ogni volta che si parla di quel tratto di città si fa riferimento ad un centro commerciale naturale. Dove le attività di vicinato rappresentano un forte traino per vitalità del quartiere. 

Progetti in stand by 

C’è stato un momento in cui è sembrato muoversi qualcosa per la riqualificazione dei due ex cinema del quartiere. L’ex Alhambra è stato acquistato, per una somma di circa 300 mila euro, da una nota catena di prodotti di bellezza e per l’igiene. Nell’intento dei nuovi proprietari c’era, appunto, l’intenzione di aprire un  punto vendita. Ma dopo l’acquisizione dell’immobile non c’è stato alcun avanzamento sul piano dei progetti. In Comune non è stata depositata nessuna richiesta. Stessa sorte per l’altro ex cinema, il Mr Oz. La proprietà è entrata nelle mani di un’altra catena, ma nell’ambito della grande distribuzione. L’intento sarebbe stato quello di aprire un supermarket negli spazi principali. Ma anche lì tutto tace. Una grande opportunità per il rilancio del quartiere, ma che ancora non trova una via d’uscita dallo stallo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri aperti nel rione Adriatico, parte il restyling. Sediari: «Arriveranno anche gli eventi»

AnconaToday è in caricamento