Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Agugliano

Andava a caccia, ma non poteva avere armi: tradito da una lite e arrestato

A tradire l'uomo è stata la lite con un passante durante una battuta di caccia. Aveva un fucile semiautomatico, ma non poteva. Per lui sono scattate le manette

Foto di repertorio

La lite con un passante tradisce il cacciatore. L’uomo, un 70enne di Agugliano, aveva infatti un fucile semiautomatico con cui esercitava l’attività venatoria. Irregolarmente, però. Nel novembre 2019 infatti la Questura aveva notificato all’uomo il divieto di detenzione di armi, munizioni e materiale esplodente.  Per questo motivo, dopo l’accertamento dei carabinieri della Stazione di Agugliano, il cacciatore è finito in manette. 

Tutto è venuto alla luce dopo una lite nella località “Rustico” tra il cacciatore e un’altra persona. Motivo del contendere: divergenze sull’attività venatoria del 70enne. Il diverbio, acceso, è stato segnalato al 112. Quanto la pattuglia dei carabinieri è arrivata sul posto, il cacciatore aveva già fatto perdere le proprie tracce. E’ stato rintracciato a casa sua, dove i militari hanno trovato anche il fucile semiautomatico calibro 12 e 825 cartucce da caccia. Per lui sono scattate le manette e il trasferimento a Montacuto. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andava a caccia, ma non poteva avere armi: tradito da una lite e arrestato

AnconaToday è in caricamento