menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il questore Cracovia con Marco Pierpaoli e le dottoresse Nicolini e Grucci

Il questore Cracovia con Marco Pierpaoli e le dottoresse Nicolini e Grucci

Vademecum contro ladri e truffe: Polizia e Confartigianato accendono la sicurezza

Presentata in questura l'iniziativa per sensibilizzare cittadini e commercianti contro furti e raggiri online. Il questore Cracovia: «Natale più sereno con i nostri controlli»

Piccoli e preziosi consigli per trascorrere il Natale all’insegna della sicurezza: mai fidarsi degli sconosciuti che suonano al campanello o consegnano pacchi per strada in cambio di denaro, chiudere sempre la porta a chiave e lasciare luci accese quando si esce, evitare di informare gli estranei su viaggi e vacanze in programma, non tenere in casa grosse somme. E poi fare attenzione alle truffe quando si effettuano acquisti on line, dubitando di prezzi stracciati e e-mail sospette. Sono solo alcuni degli inviti alla prudenza contenuti nei depliant distribuiti dalla polizia, in collaborazione con Confartigianato, in tutti i negozi e le attività del capoluogo. «Accendiamo la sicurezza, molto più bello di un regalo» è il titolo della campagna di sensibilizzazione per prevenire furti, truffe, borseggi e reati in genere nel periodo natalizio, in cui lo shopping è frenetico e la circolazione di denaro aumenta. 

Task force sicurezza

L’attività è stata presentata questa mattina nella questura di Ancona, alla presenza del questore Claudio Cracovia, del capo di gabinetto Cinzia Nicolini, del dirigente del compartimento regionale Polizia postale e telecomunicazioni Cinzia Grucci e del segretario generale Confartigianato Ancona-Pesaro e Urbino, Marco Pierpaoli. «Offriremo tutto il nostro impegno per garantire la sicurezza dei cittadini nel periodo natalizio - ha spiegato il questore -. Predisporremo una maggiore presenza sul territorio, selezionando gli obiettivi sensibili e i luoghi di maggiore affollamento, con personale in uniforme e non solo che si sposterà in auto e a piedi, tra i mercatini, nelle piazze, nelle vie dello shopping, per garantire un’azione di prossimità verso tutti i cittadini. Ci avvarremo del sostegno delle unità cinofile, del reparto prevenzione crimine e delle unità operative di pronto intervento, naturalmente senza trascurare le abitazioni, per prevenire i furti, in particolare nelle frazioni e nei quartieri periferici dove daremo un segnale forte di presenza. Il tutto grazie alla partnership con la Confartigianato e la polizia postale».

Occhio alle truffe online

Sì perché il pericolo si nasconde anche dietro il computer, quando si fanno acquisti on line. «Massima prudenza quando si naviga sul web - è il consiglio della dottoressa Cinzia Grucci -, specialmente la sera, quando le difese passive si allentano. Verificare sempre quello che ci viene offerto perché i truffatori online sono sempre più esperti. Attenzione ai siti clonati e a non cadere nella trappola di prodotti troppo belli che, però, vengono proposti a prezzi troppo bassi. Occhio ai pagamenti, evitare quelli verso carte ricaricabili e money transfer perché non sono tracciabili e spesso finiscono all’estero. E poi, verificare sempre i feedback dei venditori. Per qualunque segnalazione, sono disponibili il nostro servizio di Urp telefonico e telematico dalle 8 alle 19 e il Commissariato di polizia online, attivo H24, per qualunque querela o denuncia, al sito www.commissariatodips.it». 

Il vademecum contro i furti

Marco Pierpaoli ha sottolineato l’importanza del feeling tra Confartigianato e questura di Ancona, «grazie al quale abbiamo migliorato la percezione di sicurezza nei nostri imprenditori. Le brochure con i consigli utili per la sicurezza - ha aggiunto - sono già state distribuite nelle attività del centro e gli esercenti sono ben lieti di collaborare, ma non dimentichiamo le numerose iniziative di sensibilizzazione per le imprese e per gli over 60, oltre allo slogan “Shopping in bottega” per invitare i cittadini a non dimenticare le attività economiche della città, penalizzate da un’epoca caratterizzata dall’avvento dei centri commerciali e della digitalizzazione degli acquisti». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento