Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Concorso pilotato a Torrette, Maraldo: «Sconcertati, ma no a processi sommari»

Il direttore amministrativo degli Ospedali Riuniti sui due medici indagati: «Non abbiamo visto le carte: se verranno confermate le gravi accuse, saremo severi e rigorosi»

«Abbiamo appreso i fatti dalla stampa: attendiamo di leggere gli atti, poi valuteremo il da farsi. Non facciamo processi sommari, ma certo, se le accuse fossero confermate, sarebbero molto gravi e in quel caso saremmo molto severi».

Così Antonello Maraldo, direttore amministrativo degli Ospedali Riuniti, a proposito dell’inchiesta della Guardia di Finanza su un presunto concorso pilotato a Torrette, con due medici indagati per aver favorito la fidanzata di uno di loro. «Sapevamo dell’esistenza di un’inchiesta perché nell’estate del 2019 abbiamo ricevuto la visita delle Fiamme Gialle, ma non conoscevamo gli sviluppi - dice Maraldo -. Se confermata, sarebbe una condotta grave, oltre che ingenua: parliamo di un contratto di 6 mesi». Ma al momento l’Azienda non prenderà provvedimenti, almeno non prima di leggere le carte. «Non sappiamo neppure quale sia il reato contestato: potremmo avviare un provvedimento disciplinare e sospenderlo in attesa del giudizio definitivo, ma è solo un’ipotesi. Quello che proviamo è sconcerto e delusione».

Concorso pilotato, indagati due medici di Torrette

Risposte suggerite per favorire la fidanzata - IL VIDEO 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso pilotato a Torrette, Maraldo: «Sconcertati, ma no a processi sommari»

AnconaToday è in caricamento