rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

Ingoia due lamette poi minaccia i poliziotti: «Quando esco vi ammazzo»

Un detenuto del carcere di Montacuto andrà a processo per resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. Portato in ospedale aveva aggredito due agenti della penitenziaria con il rubinetto dell'ossigeno

ANCONA – Prima aveva ingoiato due lamette, poi, una volta portato in ospedale, si era scagliato contro i poliziotti minacciandoli: «Riconosco le vostre facce, quando esco vi ammazzo». Andrà a processo per resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale un tunisino di 28 anni che quattro anni fa aveva aggredito due agenti della penitenziaria che lo avevano portato in pronto soccorso dopo un gesto estremo. I fatti risalgono al 1 dicembre del 2019 e sono accaduti al carcere di Montacuto. Con un gesto di protesta lo straniero aveva ingerito due lamette da barba e la polizia si era accorta e aveva soccorso il 28enne. Portato in ospedale il detenuto si era strappato l'ago della flebo dal braccio e aveva iniziato a dare da matto, insultando il personale tanto che due agenti della penitenziaria erano dovuti intervenire per bloccarlo. Nel tentativo di fermarlo l'imputato li aveva colpiti con il rubinetto dell'ossigeno, fissato al muro e scardinato con le sue mani. «Ho visto le vostre facce, quando esco vi ammazzo, tanto vi riconosco» aveva detto agli agenti che erano stati medicati. Uno aveva riportato una prognosi di sei giorni. Ieri la gup Francesca De Palma ha rinviato a giudizio il 28enne, difeso dall'avvocato Simone Matraxia. Il processo inizierà il prossimo 20 ottobre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingoia due lamette poi minaccia i poliziotti: «Quando esco vi ammazzo»

AnconaToday è in caricamento