Calci e pugni contro la compagna e la figlia: arrestato dopo il raptus di gelosia

L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti contro familiari e conviventi e lesioni personali aggravate e trasferito presso il carcere di Montacuto

Polizia in via Giordano Bruno

Picchiata insieme alla figlia dal compagno ubriaco. E' questo quanto accaduto nella notte tra sabato e domenica, all'interno di un appartamento del Piano San Lazzaro. Gli agenti della Squadra Volante di Ancona sono entrati ed hanno trovato una donna in lacrime, chiusa in camera con la figlia, che diceva di essere stata picchiata dal convivente che le stava minacciando da dietro la porta.

La vicenda

Ricostruendo l'intera vicenda, i poliziotti hanno scoperto che l’uomo era rientrato in casa ubriaco ed aveva aggredito la compagna che stava dormendo tirandole prima una secchiata d’acqua fredda, per poi colpirla con calci e pugni per motivi di gelosia. La colpa della donna, a dire del compagno, era quella di aver guardato una volta di troppo il suo amico durante la serata precedente mentre erano in compagnia di loro connazionali. L’uomo, un sudamericano di 41 anni, si è calmato solo all’arrivo degli Agenti che, notando il suo evidente stato di ubriachezza e vedendo la figlia terrorizzata, lo hanno preso subito in custodia per scongiurare il rischio che desse di nuovo in escandescenza. Mentre i due poliziotti lo tenevano sotto controllo, gli altri due colleghi hanno trovato la donna riversa a terra nella camera da letto, con le lacrime agli occhi e visibilmente scossa. Vicino a lei anche la figlia, dolorante per gli schiaffi e le botte subite. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli operatori della Croce Gialla di Ancona le hanno trasportate in ospedale per le cure del caso. Per la donna varie contusioni e la frattura di una caviglia, con un prognosi di circa 40 giorni. La figlia invece è stata medicata per le contusioni subite con una prognosi di 7 giorni.  Dopo la formale denuncia, l’uomo è stato arrestato per maltrattamenti contro familiari e conviventi e lesioni personali aggravate e trasferito presso il carcere di Montacuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento