Attualità Pietralacroce

La notte delle Perseidi, dove e come ammirare al meglio le stelle cadenti

Le condizioni meteo saranno favorevoli, cielo sereno e libero dalla luce della luna per via del novilunio

ANCONA- Occhi puntati al cielo per vedere le stelle cadenti. Il fenomeno sarà più intenso dal 10 al 14 agosto, quando le scie luminose cadranno con una frequenza maggiore, circa più di una al minuto. Le condizioni meteo saranno favorevoli, cielo sereno e libero dalla luce della luna per via del novilunio. Dove ammirare lo spettacolo? Lo spiega Davide Ballerini, presidente Associazione Marchigiana Astrofili. «Per vedere lo sciame delle Perseidi è necessario trovarsi in una zona buia, lontano dalle luci della città. La montagna è il posto ideale, quindi, qui nei paraggi il Monte Conero, ma va bene anche la campagna purché il cielo sia buio. Per vedere le stelle cadenti bisogna orientarsi verso la costellazione del Perseo che si trova sotto quella di Cassiopea. App dedicate possono aiutare ad individuarla. Consiglio di stendersi sul prato e di posizionare il capo verso nord e i piedi verso sud. Al buio l’occhio impiega circa mezz’ora per arrivare alla massima sensibilità e quindi ad ammirare meglio il fenomeno. Non bisogna utilizzare torce o la luce del telefono. È importante dedicare all’osservazione un paio d’ore, il momento più adatto è in piena notte, dalle 23:00 in poi». Le stelle cadenti, note anche come le lacrime di San Lorenzo, in realtà si chiamano Perseidi in quanto sono legate alla costellazione del Perseo, radiante da dove sembrano partire le scie luminose. «Sono granelli di sabbia molto fini, ovvero polvere di roccia, di dimensioni che vanno da un millimetro a un centimetro. Si tratta di uno sciame in quanto cadono con molta frequenza- afferma Ballerini-. Le stelle cadenti sono visibili da fine luglio a fine agosto, ma il picco è previsto dal 10 al 14 agosto quando si potranno osservare anche cento fenomeni all’ora, più di uno al minuto».

davide ballerini

Per quale motivo si verifica il fenomeno delle stelle cadenti in questo periodo? «Vediamo lo sciame perché la Terra, durante il moto di rivoluzione intorno al sole, in questi giorni si trova in una zona dello spazio dove ogni 133 anni passa una cometa, la Swift-Tuttle, che transitando vicina al sole si scigolie e perde massa, lasciando una coda di polveri disseminata all’interno del sistema solare- spiega il presidente dell’Associazione Marchigiana Astrofili-. La Terra, che in questo periodo si trova in mezzo a questa scia di detriti, come un’aspirapolvere gravitazionale li attira. L’ultima volta la Swift-Tuttle è passata nel 1992, tornerà nel 2126. Proprio grazie al recente passaggio della cometa il fenomeno è più intenso. Le scie luminose impattano sull’atmosfera ad una velocità di 200 mila km/h e a 100 km di altezza sopra di noi. Il granello raggiunge la temperatura di 3 mila gradi, quindi si vaporizza passando dallo stato solido a quello gassoso. Ecco perché vediamo la scia luminosa». Per ammirare lo spettacolo delle stelle cadenti, l’osservatorio astronomico di Ancona, a Pietralacroce, organizza tre serate speciali per osservare il cielo con i telescopi. L’appuntamento è il 10, l’11 e il 12 agosto dalle 18:30 a mezzanotte. Il costo del biglietto di ingresso è di 5 euro (gratis fino a 14 anni) con possibilità di cena. Non è necessaria la prenotazione (per info: www.amastrofili.it).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La notte delle Perseidi, dove e come ammirare al meglio le stelle cadenti
AnconaToday è in caricamento