Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità Sirolo

Sirolo, non si placano le lamentele: l’App ancora nel mirino dei turisti

Si sono ripetute le proteste da parte dei turisti e dei titolari delle strutture ricettive non sirolesi all’indirizzo dell’App per la prenotazione spiagge. Oltre alla prelazione nel mirino anche lo stesso funzionamento

Non si sono mai interrotte, in tutto l’arco dell’estate, le proteste da parte dei turisti e dei titolari delle strutture ricettive non sirolesi all’indirizzo dell’App per la prenotazione spiagge (Urbani, Due Sorelle, San Michele, Sassi Neri e Frate) riferita proprio al comune di Sirolo.

Nel mirino di chi protesta, attraverso i social, le recensioni e anche mediante vere e proprie segnalazioni, non solo la prelazione di 48 ore per i residenti a Sirolo (comprese le strutture alberghiere e ricettive) ma anche lo stesso funzionamento dell’applicazione che a causa del congestionamento del traffico web spesso e volentieri è andata in down facendo, di fatto, perdere la prenotazione all’utente al momento della conferma. Nella fattispecie tutti i passaggi venivano completati, il malfunzionamento era identificato nell’ultimo passaggio.

Un’altra rimostranza molto diffusa si è registrato in relazione a quanto dichiarato dal sindaco di Sirolo Filippo Moschella. Il primo cittadino aveva dichiarato tempo fa di voler tutelare, tra le altre cose, anche i “grottini” (tipici capanni) dei sirolesi se non fosse che nella spiaggia delle Due Sorelle – secondo quanto riportato dai turisti nelle loro recensioni – queste strutture non sono presenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sirolo, non si placano le lamentele: l’App ancora nel mirino dei turisti

AnconaToday è in caricamento