rotate-mobile
Attualità Falconara Marittima

Un laboratorio domestico dove ricreare le ricette della mamma, la storia di Sara Pierdicca: «Ho realizzato un sogno»

La 27enne Sara Pierdicca ha ideato “Con amore_ torte & crostate Lab”. Nel lavoro di tutti i giorni i desideri nati da bambina

FALCONARA- Quando i dolci possono realizzare il sogno che avevi fin da bambina. E’ esattamente ciò che è successo a Sara Pierdicca, 27 anni, ideatrice e titolare di “Con amore_ torte & crostate Lab”, una IAD (Impresa alimentare domestica) dal sapore del passato che sa guardare al futuro. Nel suo laboratorio domestico, infatti, Sara ripropone quelle ricette imparate dalla mamma. Crostate, torte e ciambelloni che hanno accompagnato vari momenti di vita e che oggi sono protagonisti anche dell’ambito lavorativo.

L’”Homefood” – la cucina domestica – è una pratica che in Italia si sta diffondendo sempre di più e che necessita di appositi permessi e autorizzazioni. Un qualcosa che potrebbe rappresentare una costante nel mondo di domani con le persone che hanno meno a tempo a disposizione per cimentarsi nelle varie preparazioni. Soprattutto i dolci. “Con amore_ torte & crostate Lab” ha sede a Falconara, in via Milano, ma lavora perlopiù attraverso social e ordini telefonici sfruttando, appunto, quelle che sono le prerogative del mondo di oggi.

«Ho sempre avuto il sogno, poi diventata idea vera e propria, di trasformare la mia passione in un lavoro vero e proprio – ha spiegato la Pierdicca – Negli anni dell’università avevo un po’ abbandonato la preparazione dei dolci ma in occasione dei vari compleanni di amici e compagni di corso ogni scusa era buona per rimettersi ai fornelli. Mi sono sempre divertita e non mi ha mai pesato rendere felici le persone. Un giorno, quasi per caso, mi sono seduta e ho scoperto che sarebbe stato possibile fare ciò che ho sempre amato dando sfogo alla mia creatività».

I vari passaggi burocratici non l’hanno fermata e, anzi, sono stati un ulteriore step verso quella che oggi è la sua realtà: «Sono riuscita ad aprire, naturalmente compiendo un piccolo investimento. Essendo un laboratorio domestico ho dovuto apportare qualche modifica a casa nel rispetto degli obblighi legati all’igiene. Da due settimane siamo qui e la risposta che abbiamo avuto è stata ottima». Una risposta che, come dicevamo, si basa soprattutto sull’impatto social: «Rispetto al passato, l’impresa domestica ha un alleato importante che sono i social. Al di fuori del mio giro di parenti e amici ho avuto già diversi ordini e arrivano da persone che ci hanno conosciuto attraverso Facebook e Instagram. Non nego che avessi paura di un po’ di diffidenza, invece abbiamo riscontrato un grande interesse. Cosa ci viene chiesto? Crostate, principalmente per compleanni. Per il futuro la mia idea è di entrare sempre di più nella quotidianità, magari preparando prodotti per la colazione. Adesso voglio vivermi questo sogno».  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un laboratorio domestico dove ricreare le ricette della mamma, la storia di Sara Pierdicca: «Ho realizzato un sogno»

AnconaToday è in caricamento