rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Attualità

Hub vaccinale preso d'assalto, c'è chi aspetta in mezzo al diluvio: giovedì da incubo al Paolinelli

Oltre un’ora tra accettazione e dose, attesa sotto la pioggia e disagi nelle prenotazioni. Impazzano le proteste

ANCONA- Nel giorno (21 aprile) in cui nelle Marche si registrano quasi duemila nuovi positivi su seimila tamponi effettuati, il centro vaccinale del Paolinelli di Ancona (uno dei più importanti a livello regionale) fa registrare un autentico giovedì da incubo caratterizzato dalle forti proteste dei presenti.

In assoluto c’è chi parla di uno dei giorni con maggiori disagi nell’hub anconetano dovuti a vari aspetti. In primis la difficoltà di prenotazione delle quarte dosi per i soggetti sensibili, con la modalità online che ha causato non pochi problemi costringendo gli utenti ad usufruire del numero verde con enormi rallentamenti. Inoltre, sul posto, tra accettazione ed effettuazione della dose prenotata sono risultati ingenti i tempi di attesa, in alcuni casi addirittura superiori all’ora. Come se non bastasse tantissime persone si sono ritrovate ad aspettare il proprio turno all’aperto sotto la pioggia esprimendo il proprio malcontento, talvolta veemente e visibile, ai volontari presenti. Questi ultimi, sempre secondo quanto riferito, presenti in numero non adeguato alla portata delle persone in procinto di vaccinarsi. 

La replica di Asur e Dipartimento di Prevenzione

«In merito all’articolo “Hub vaccinale preso d'assalto, c'è chi aspetta in mezzo al diluvio: giovedì da incubo al Paolinelli” Asur e Dipartimento di Prevenzione precisano quanto segue: nel pomeriggio di giovedì 21 aprile alle Paolinelli sono state vaccinate 109 persone in 3 ore, un numero non eccessivamente alto, nessuno ha aspettato fuori ma tutti sono stati accolti all’interno degli spazi, che sono notoriamente piuttosto ampi. Al lavoro c’erano tre medici , una amministrativa e 2 infermieri per cui i tempi di attesa sono anche stati piuttosto brevi. Ad oggi nelle Marche sono state somministrate 2.167 quarte dosi, di cui 1003 in Provincia di Ancona. Si ricorda che la prenotazione è sempre possibile sulla Piattaforma Poste. Come per le precedenti somministrazioni, nel caso in cui la persona si trovasse in difficoltà a raggiungere le sedi vaccinali può contattare il proprio Medico di Medicina Generale che potrà programmare la vaccinazione a domicilio. Gli over 80 possono recarsi anche in farmacia, i soggetti in condizione di fragilità vengono contattati dalle strutture che li hanno in carico ma possono prenotarsi anche sulla Piattaforma».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hub vaccinale preso d'assalto, c'è chi aspetta in mezzo al diluvio: giovedì da incubo al Paolinelli

AnconaToday è in caricamento