Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

Bus elettrici e colonnine di ricarica: «Sempre più green, e non ci fermiamo»

Comune e Conerobus presentano i due nuovi bus elettrici, ottenuti grazie ai fondi Iti Waterfront 3.0 e Mobilattiva

Comune e Conerobus presentano i due nuovi bus elettrici, ottenuti grazie ai fondi Iti Waterfront 3.0 e Mobilattiva per un costo di 361 mila euro ciascuno, al netto dell'Iva. Questi mezzi (GUARDA IL VIDEO) nel giro di alcune settimane entreranno a far parte della flotta di Conerobus con compiti specifici, dedicati, rispettivamente, alla mobilità portuale e agli spostamenti casa-scuola/casa-lavoro. Prima di entrare ufficialmente in funzione, i mezzi sono stati "testati" dai cittadini con corse di trenta minuti e guida turistica a bordo. La mattinata è stata dedicata alle scolaresche e poi, a partire dalle 14,30, dopo la conferenza stampa di presentazione, il programma prevede l'apertura ai cittadini, con il percorso piazza Cavour - corso Stamira – porto - Arco di Traiano - Mole Vanvitelliana - via Giordano Bruno- piazza Ugo Bassi - viale della Vittoria – Passetto - piazza Cavour.

«L'attenzione dell'amministrazione sulle politiche della sostenibilità è molto alta– ha detto il sindaco Valeria Mancinelli - Sono percorsi che si costruiscono nel tempo. Negli anni abbiamo strutturato un sistema che ci ha dotato di mezzi pubblici sempre più green e di una serie di progetti che ci consentiranno di strutturare ulteriormente il sistema della sostenibilità della mobilità cittadina. Pensiamo a una intermodalità sempre più moderna e funzionale. Tutto ciò non solo sarà un bene irrinunciabile per il nostro ambiente e per la nostra salute, ma ci consentirà di vivere la città con più gusto e con maggiore consapevolezza». 

«Gli autobus che presentiamo oggi – ha aggiunto l'assessore ai Trasporti Ida Simonella -  sono finanziati da programmi che abbiamo vinto qualche anno fa. Da tempo pensiamo che spingere sulla modalità elettrica sia la strategia prioritaria per rendere più moderno e sostenibile il nostro sistema di trasporto pubblico. Il disegno della mobilità sostenibile sta dentro quell'idea complessiva del Piano Strategico (Strategicancona) e che prevede non solo grandi interventi di riqualificazione urbana ma un modo diverso di vivere la città».

«Da tempo – afferma il presidente di Conerobus Muzio Papaveri – siamo impegnati a costruire un trasporto pubblico sempre più sostenibile. I nuovi mezzi elettrici rappresentano solo l’ultima di una serie di iniziative, volte ad offrire un servizio votato all’innovazione e al basso impatto ambientale. La nuova filovia e i bus elettrici rappresentano solo l’ultimo tassello di un progetto complessivo orientato alla transizione energetica». «Siamo il più grande attrattore di mobilità provata nelle Marche- ha detto il dg dell'Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, Michele Caporossi- abbiamo 23 cantieri in corso e nessun investimento è rimasto indietro, certamente la gente subisce disagi. L'idea è che la mobilità privata non si gestisce facendo più parcheggi, ma con un0analisi delle abitudini delle persone e quello su cui possiamo intervenire è proprio questo». Per sottolineare la sostenibilità e la valenza innovativa dei due nuovi mezzi è stata elaborata, a cura della ditta ADV Creativi, una livrea particolare e dedicata, che sarà la base per tutti i prossimi bus elettrici, con il claim “Chi si muove verde ricarica il futuro – Conerobus e Comune di Ancona per l'ambiente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus elettrici e colonnine di ricarica: «Sempre più green, e non ci fermiamo»

AnconaToday è in caricamento