rotate-mobile
Calcio

Osimo Stazione, rientro in campo con il Sant'Orso. Michettoni: «Daremo tutto per salvarci»

A distanza di venti giorni dall'ultima gara ufficiale, i biancoverdi vanno a caccia di punti pesanti per mantenere la categoria contro il Sant'Orso. Dice il tecnico dei ferrai: «Sono convinto che i ragazzi dopo questa pausa possano fare bene fino alla fine»

L’ultima gara prima della “duplice” sosta, osservata da tutto il campionato e una settimana più tardi solo dai ferrai come imposto dal calendario, aveva regalato un successo che mancava addirittura da metà gennaio. Quella di Pesaro contro il Villa San Martino è stata un’affermazione che, in casa Osimo Stazione, potrebbe anche assumere le sembianze di importante punto di svolta in questo rush finale del torneo di Promozione. Dove, innanzitutto, bisogna evitare di scivolare nuovamente al penultimo posto della graduatoria (attualmente occupato dal Marzocca), e poi ridurre il distacco in termini di punti da quella che nei play-out sarebbe l’avversaria da battere per mantenere la categoria.

“E’ stata la vittoria della generosità, dell’applicazione, dell’essere squadra – commenta Marco Michettoni – fresco di approdo sulla panchina biancoverde – e dal mio arrivo, ho trovato la massima disponibilità da parte dei ragazzi. Ho conosciuto un gruppo molto unito, già allenato benissimo, sia atleticamente che tatticamente. Non mi spiegavo infatti la classifica, forse la squadra era entrata in un’aspirale negativa, a volte purtroppo accade. Chi ha giocato sa benissimo che può capitare, ma questa è una rosa che può vantare grandi valori umani, si allena con tanta passione. Io mi sono limitato a ritoccare qualcosina, che magari vedevo diversamente. Ma la squadra era già pronta, il tavolo era già apparecchiato: abbiamo fornito due grandi prestazioni, anche quella casalinga con l’Urbania mi è piaciuta, contro una squadra costruita per vincere e più esperta. Abbiamo pagato gli episodi».

Il rientro sul rettangolo avverrà contro una formazione, il Sant’Orso, in piena bagarre per conquistare un posto nei play-off. Determinante sarà l’approccio ed il ritmo da imprimere alla gara, da ritrovare dopo l’assenza di gare ufficiali durata venti giorni. «I nostri avversari giocano ancora per un obiettivo – dice il mister – e non hanno staccato l’interruttore. Vantano uno degli attaccanti più forti del girone, Messina. Non mollano mai, con loro la partita è sempre aperta, come testimonia quella di andata. Non hanno nulla da perdere, sognano i playoff dopo un bellissimo campionato. Avremo rispetto, ma noi dobbiamo convincerci della nostra forza. Senza presunzione, ma con personalità. Sono contento del periodo di riposo, perché è fondamentale guardare una classifica veritiera, con tutte le rivali a pari punti. Sono convinto che i ragazzi dopo questa pausa possano fare bene fino alla fine. Dovremo fare punti ovunque, si giocherà tutti sui dettagli, sull’efficacia della prestazione. Per quanto mi riguarda – conclude Michettoni – non posso che ringraziare la società per l’opportunità concessa. Cambiare a questo punto della stagione comporta tanti rischi, quindi hanno mostrato grande stima nei miei confronti. Cercherò di dare tutto, il massimo, per mantenere la categoria insieme allo staff e i ragazzi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osimo Stazione, rientro in campo con il Sant'Orso. Michettoni: «Daremo tutto per salvarci»

AnconaToday è in caricamento