rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Calcio

Ancona, ad Imola per non far cantare il..."Galli"

Biancorossi a caccia di continuità dopo la convincente affermazione casalinga col San Donato: di fronte ai dorici un'Imolese reduce dal brillante successo di Olbia

I ritmi imposti dal calendario non permettono di volgere lo sguardo indietro. Il successo casalingo contro il San Donato Tavarnelle è già acqua passata, perché in questo marzo decisivo per le sorti del campionato, è il match contro l’Imolese a catalizzare tutta l’attenzione dell’Ancona. Peraltro in un turno infrasettimanale che potrebbe anche rappresentare uno spartiacque nella volata per i play-off, visto l’incrocio disegnato dal calendario nelle posizioni di testa (c’è Cesena-Virtus Entella come campo principale) ma anche in quelle di rincalzo, come il derby toscano tra Lucchese e Siena che potrebbe estromettere definitivamente una delle concorrenti dal rush per uno dei posti in prima fila degli spareggi promozione.

Prima di preoccuparsi di quanto potrebbe accadere altrove, per i dorici c’è però innanzitutto da superare l’ostacolo Imolese. Una gara molto meno agevole di quanto suggerisce la classifica, tenuto conto che gli emiliani hanno preso coraggio nelle ultime settimane inanellando tre risultati utili, l’ultimo dei quali roboante come il successo 2-1 sul campo dell’Olbia. Una vittoria che ha ridato fiducia ed entusiasmo ai rossoblù, che devono anche interrompere un prolungato digiuno di vittorie davanti al pubblico di casa (l’ultima risale addirittura a metà ottobre, 2-1 alla Carrarese). I padroni di casa recupereranno dalle rispettive squalifiche Simeri e Bensaja, mentre i biancorossi – ancora orfani di Prezioso che deve scontare altre due giornate di stop – saranno praticamente al completo. Possibile ricorso al turn-over per il tecnico dorico, che nella conferenza stampa ha parlato dell’impegno del “Galli” ed ha anche confermato che utilizzerà Spagnoli, per cui non è da escludere una partenza dal 1’.

«Incontriamo una squadra affamata di punti – dice l’allenatore della formazione biancorossa, Gianluca Colavitto – e che nelle ultime partite ha trovato continuità di risultati. Viene da una vittoria importante, ottenuta fuori casa e su un campo ostico ed ha un organico importante per la Lega Pro, proprio per questo sarà un ostacolo duro da superare. Sappiamo di trovare delle difficoltà, dobbiamo essere pronti mettendo in campo ciò che diciamo e facciamo in settimana. Proprio questo aspetto mi conforta, il gruppo si allena sempre con alta concentrazione ed intensità grazie anche a chi non gioca con continuità. Dobbiamo essere squadra sempre contro ogni avversario, consapevoli delle nostre forze ma anche dei nostri limiti. Sicuramente, il fatto di avere una rosa al completo, mi permette, in queste partite ravvicinate, di cambiare qualche interprete e di avere più soluzioni. Cercheremo di proporre l’undici migliore sperando di dare un’ulteriore soddisfazione ai nostri tifosi che verranno ad Imola per sostenerci. Come sempre proveremo a fare il nostro gioco, cercando di essere dominanti nella metà campo avversaria». Al "Romeo Galli" il fischio d’inizio previsto per martedì 14 marzo, alle ore 18, verrà dato da Antonio Di Reda di Molfetta, coadiuvato da Federico Linari di Firenze e Vincenzo Andreano di Foggia. Quarto ufficiale: Cosimo Papi di Prato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, ad Imola per non far cantare il..."Galli"

AnconaToday è in caricamento