Domenica, 21 Luglio 2024
Calcio

Ancona-San Donato, Di Massimo sorride: «E' andata bene, ma potevamo segnare di più»

Il numero dieci biancorosso parla anche del penalty dell'1-0 («Ho aspettato la mossa del portiere»), mentre mister Colavitto loda il gruppo: «E' una squadra che sa reagire davanti alle difficoltà»

Una vittoria...terapeutica, quella ottenuta dall’Ancona contro il San Donato. Serviva per sbloccarsi dopo un periodo di difficoltà, serviva per la classifica perché i tre punti consentono di riacquisire margine dalle inseguitrici ed anche accorciare le distanze dal Cesena (che lunedì prossimo arriverà al “Del Conero”). E serviva per riprendere quella fiducia minata dagli ultimi risultati, che nel mese scorso avevano annuvolato il cielo sopra Ancona dopo un gennaio da incorniciare.

«Questo successo è importante – dice il tecnico biancorosso, Gianluca Colavitto – perché i ragazzi ci tenevano in quanto volevano riprendere il cammino. Sono soddisfatto della prestazione, ma devo dire che anche quando non riuscivamo ad ottenere i tre punti, l’approccio era quello giusto. Oggi siamo stati bravi a sbloccarla subito, con l’Entella non ci era riuscito. Adesso ci prepariamo per la trasferta di Imola, una compagine che ha bisogno di punti. Contro il San Donato troppo egoismo? Forse solo Simonetti poteva passarla dopo aver fatto una bella azione, altrimenti ho visto tanto altruismo. Va bene così: nell’arco di un campionato ci sono periodi di flessioni, l’Ancona sa reagire davanti alle difficoltà ed il pareggio di Lucca lo ha dimostrato. Quel punto strappato nel finale ci ha permesso di scendere in campo con il morale giusto. Le note liete? L’ingresso di Spagnoli, la prova di Di Massimo e la rosa che finalmente è ormai al completo dopo le numerose defezioni. Inoltre – conclude il tecnico – siamo nei playoff».

A sbloccare il punteggio, la rete realizzata dal dischetto da Alessio Di Massimo, determinante per far prendere al match una piega favorevole. «Ho aspettato la mossa del portiere – racconta il numero dieci biancorosso – poi ho calciato ed è andata bene. Era importante partire forte, perché il San Donato gioca bene a calcio. Siamo stati bravi in una partita tutt’altro che semplice, l’unico rimpianto è che dovevamo fare qualche gol in più nel primo tempo, questo sì. A Lucca non stavo benissimo, avevo ancora un po’ di male al piede, ora va meglio. Inoltre sto imparando a conoscere Melchiorri, la sintonia cresce pure con lui. Non abbiamo preso gol? E’ fondamentale, da fiducia all’organizzazione tattica. A Imola, su quel campo che conosco per averci giocato spesso, dovremmo dare quantità e qualità altrimenti non si esce con i punti. Intanto mi godo la vittoria, sono felicissimo per me e per la squadra».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona-San Donato, Di Massimo sorride: «E' andata bene, ma potevamo segnare di più»
AnconaToday è in caricamento