Lardini da favola: vittoria (3-1) nel big-match di Pesaro

La squadra di Bellano allunga in vetta, sforna una prestazione di assoluta eccellenza. Con questa le vittorie consecutive arrivano a 12

Lo scontro al vertice dice Lardini, che vince a Pesaro e manda in visibilio i quasi 600 tifosi che la seguono al PalaCampanara. La squadra di Bellano allunga in vetta, sforna una prestazione di assoluta eccellenza nei primi due set, incassa il ritorno della myCicero nel terzo parziale, poi nel corpo a corpo della quarta frazione torna risolutiva e scrive a referto la dodicesima vittoria di fila di una seconda metà di 2016 da favola.

CRONACA- De Gradi firma tre dei primi quattro punti della myCicero, la imita Vanzurova (6-5) in un avvio di grande intensità, anche difensiva. L’ex Kiosi conserva il break per Pesaro (8-6), che la Lardini annulla spingendo al servizio (Mazzaro sulla ricezione lunga, 9-9). Scuka firma pareggio e soprasso (10-11) per un Filottrano che prova a spingere con il mani out di Negrini (12-14), tentativo di allungo frenato dalla myCicero con il muro di Mastrodicasa (14-14). Sono le fast di Cogliandro a riportare avanti la Ladini (16-17), che alza muro con Bosio (17-19) e tira su una vera e propria diga con Mazzaro (tre muri di fila per il 17-23) che indirizza la prima frazione. Bussoli centra i nove metri avversari dal servizio (20-24), Scuka non ci pensa due volte e manda le squadre al cambio di campo. Mazzaro risponde al muro di Olivotto (3-4) in un inizio di secondo set segnato da equilibrio ed eccellenti difese. Scuka tiene avanti la Lardini, che come nel primo set spezza l’equilibrio con il muro: Negrini prima e una granitica Mazzaro poi stoppano l’attacco di Pesaro (9-12) per l’allungo di una Lardini che con Scuka e Negrini si spinge fino al 9-14. La squadra di Bellano frena sul nascere la reazione di casa ed è ancora col muro (7 quelli vincenti nel parziale) che Filottrano prende il largo: i block di Cogliandro e Bosio (due di fila) accompagnano la Lardini al 13-21, Vanzurova mette a terra la palla del 24 e poi quella che sigilla il parziale. La myCicero ha il merito di rimettersi subito in corsa, alzando il muro con Olivotto, ma soprattutto spingendo in attacco e al servizio con Kiosi. E’ sul turno in battuta dell’opposta greca che Pesaro prende il largo (12-3) e per la Lardini la strada diventa in salita. Coach Bellano dà fiducia a Cappelli e poi lancia Tosi all’esordio in A2 dopo tante traversie fisiche. La Lardini (con Galazzo in regìa) deve fare i conti con il ritrovato entusiasmo della myCicero e la buona vena offensiva di De Gradi (17-8), ma non molla: l’ace di Galazzo e il primo punto di Tosi la riportano a meno sei (20-14). Pesaro è tuttavia troppo vicina al traguardo parziale e lo raggiunge con il muro di Mastrodicasa. Cogliandro va a bersaglio in attacco e in battuta, la Lardini inizia bene la quarta frazione (0-2), ma deve fare i conti con l’intensità del servizio pesarese e la buona predisposizione difensiva della myCicero: Olivotto a muro sigla il 3-2, ma sono tre errori consecutivi a far allungare il passo alla squadra di casa (9-5). I tifosi filottranesi capiscono il momento di difficoltà l’accompagnamento sonoro è una spinta in più per la Lardini: l’asse Bosio-Cogliandro è una spina nel fianco di Pesaro (10-8), Vanzurova accorcia, Scuka impatta e poi mette la freccia (10-11). Filottrano ha una Feliziani in più nel motore, il servizio di Cogliandro fa male alla myCicero che sbaglia in attacco e va a meno quattro (11-15) sull’appoggio di prima di Bosio. De Gradi e Santini tengono in scia la myCicero (14-16), Scuka e Vanzurova rilanciano, Cogliandro mette giù la fast del nuovo +4 (16-20). Di mollare Pesaro non ha la benché minima intenzione, De Gradi la riporta sotto (19-20), ma Bosio si inventa un intelligente tocco di prima e Negrini una difesa-punto che beffa la difesa di casa. Filottrano si riprende le quattro lunghezze di vantaggio (19-23), ma il tira e molla non è finito: su due errori in attacco della Lardini la myCicero rientra in gioco (22-23), la difesa e la fast di Cogliandro consegnano due match-point alla Lardini, l’errore al servizio cancella il primo, Mazzaro torna a far ombra a muro (il settimo personale per lei) e scatena l’irrefrenabile gioia del popolo filottranese.

MYCICERO PESARO – LARDINI FILOTTRANO 1-3

MYCICERO PESARO: Di Iulio 2, Kiosi 11, Mastrodicasa 10, Olivotto 12, De Gradi 11, Santini 8, Ghilardi (L); Gamba, Bussoli 1, Pamio 2, Rimoldi, Tonello. All. Bertini - Burini.

LARDINI FILOTTRANO: Bosio 6, Vanzurova 13, Mazzaro 12, Cogliandro 11, Negrini 5, Scuka 14, Feliziani (L); Tosi 2, Galazzo 1, Cappelli 1. N.e.: Marangon, Rita. All. Bellano - Quintini.

ARBITRI: Grassia (Rm) e Bellini (Pg).

PARZIALI: 20-25 (24’), 17-25 (24’), 25-15 (24’), 23-25 (33’).

DURATA: 105’.

NOTE: Pesaro: battute sbagliate 10, battute vincenti 2, muri 10, attacco 27%, ricezione positiva 54%. Lardini: b.s. 6, b.v. 2, mu. 14, att. 28%, ric. pos. 55%.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, cosa cambia? Le regole su spostamenti, attività sportive e ristorazione

  • Puzza di fumo in casa e sui vestiti, come eliminare l’odore del post-sigaretta

  • Troppi clienti seduti ai tavolini: bar del porto chiude 5 giorni, 10 multati

  • Tragedia in città, scivola dalla scala mentre pota un albero: poi la caduta mortale

  • Famiglia positiva al Covid, Orietta e la paura di non farcela: «E' come un uragano in casa»

  • Cani stipati e focolaio di brucellosi: allevamento sequestrato, 5 indagati

Torna su
AnconaToday è in caricamento