menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sala degli abbracci

La sala degli abbracci

L’abbraccio tanto atteso, ora si può: sala ad hoc nella residenza sanitaria

Una "sala degli abbracci" nella quale i familiari potranno avvicinarsi, toccare i propri cari e, appunto, tornare ad abbracciarli

Una "sala degli abbracci" nella quale i familiari potranno avvicinarsi, toccare i propri cari e, appunto, tornare ad abbracciarli. La bella notizia arriva dalla Residenza Sanitaria Riabilitativa di Loreto “Abitare il Tempo-Santo Stefano Riabilitazione”, struttura Covid free dove la Direzione ha pensatodi allestire uno spazio adibito a una tipologia di incontri che finora, in epoca Covid, non era stato possibile. 

Ora gli ospiti della struttura e i loro cari potranno toccarsi, stringersi, abbracciarsi in sicurezza. «E’ certamente un modo, da parte dei familiari in visita, per essere più vicini ai propri cari - dice il Direttore della RSA Antonio Maria Novelli - tenendosi la mano quando si parla, fare una carezza. Tutto ciò, ovviamente, in attesa e nella speranza che l’abbraccio, inteso nel senso “pre Covid” del termine, possa tornare presto a far parte della nostra normalità». La "stanza degli abbracci" ha l'obiettivo di limitare i disagi dovuti a questa forzata lontananza dai propri cari, imposta dai criteri di sicurezza. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini, fascia d'età 50-59 anni senza patologie: si dovrebbe partire il 13 maggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento