Politica

Progetto "Open City Platform", Ancona città a portata di clic

Una nuova città con portali informativi, applicazioni per smartphone e web interattivo, che porti Ancona ad essere in costante contatto con tutto il mondo. Servizi, informazioni, turismo, tutto a portata di clic

Ancona prova a diventare "open city". Stamattina gli assessori Roberto Signorini e Tamara Ferretti hanno presentato il progetto  "Open City Platform", che vuole rendere Ancona e i suoi servizi disponibili al mondo tramite il web e le tecnologie del 2.0. L'azienda che accompagnerà l'amministrazione su questo percorso è la Plus Services Srl di Senigallia. Ancona connessa al resto del mondo dunque, ma come? Ecco i tre strumenti di nuova generazione:

SISTEMA MOBILITAMI: il cittadini, il turista, il curioso potrà interfacciarsi con un nuovo portale web totalmente interattivo dove potrà scoprire tutto, ma proprio tutto quello che riguarda Ancona. Si potranno consultare semplici informazioni attraverso la rete, ma si potrà effettivamente accedere a servizi di interesse pubblico, scuole, cinema, teatro, palestre farmacie, musei, uffici postali. Non solo perché si potranno anche consultare mappe e scegliere tantissime opzioni per accedere o organizzare la propria gita in funzione di un evento o di una necessità. Un turista che arriva ad Ancona, ove volesse partecipare ad una serata alle muse, potrebbe consultare il portale, acquistare il biglietto e calcolare il suo percorso per raggiungere il teatro come e quando vuole, grazie ad un potente travel planner, che metterà in sinergia tutti i servizi di trasporto pubblico della città.

SISTEMA DESMO: prevede l'installazione di schermi personalizzati a seconda della città. Pannelli video, totem verticali, net-kiosk, totem touch screen che garantiranno la possibilità di visualizzare tutti gli eventi presenti sul proprio territorio , comunicazioni istituzionali, notizie e informazioni in tempo reale.

ÌMOMO : una piattaforma che consentirà di prenotare e pagare il parcheggi e autobus direttamente del proprio telefonino o smartphone. Grazie a delle apps o uilities, disponibili per android e apple, sarà possibile gestire la propria sosta nei parcheggi blu della città ad esempio. Si manderanno in pensione le monete e i parchimetri perchè si potrà pagare, per il tempo che si vuole sostare, direttamente tramite telefonino. Così si potrà pagare l'autobus e i parcheggi sopraelevati.

Nuove tecnologie che dovrebbero essere operative già da metà Dicembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto "Open City Platform", Ancona città a portata di clic

AnconaToday è in caricamento