2 giugno, il tricolore "veste" piazza Cavour per la manifestazione del Centrodestra

I manifestanti hanno sventolato solo bandiere italiane e non simboli di partito, occupando l’intera superficie della piazza e dispiegando anche uno striscione tricolore lungo diverse decine di metri

Il tricolore alla manifestazione del Centrodestra

Sono centinaia le persone che hanno preso parte oggi, nel giorno della festa della Repubblica, alla manifestazione del Centrodestra ad Ancona, in piazza Cavour alle 10,30, tutti muniti di mascherina e, per quanto possibile, rispettosi delle regole del distanziamento sociale. Sono intervenute le massime rappresentanze regionali delle tre forze politiche unite: Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. I manifestanti hanno sventolato solo bandiere italiane e non simboli di partito, occupando l’intera superficie della piazza e dispiegando anche uno striscione tricolore lungo diverse decine di metri. Per Fdi hanno parlato Carlo Ciccioli e l’onorevole Francesco Acquaroli, per la Lega il commissario regionale Riccardo Marchetti e il capogruppo in consiglio regionale Sandro Zaffiri, per Forza Italia il vicepresidente del Consiglio regionale Piero Celani ed il coordinatore provinciale di Ancona Daniele Silvetti. 

In particolare, Carlo Ciccioli ha sostenuto «il valore dell’unità del centro destra plasticamente visibile nella piazza e la scelta simbolica di manifestare sotto il palazzo del Consiglio regionale che deve vedere finalmente governare un’altra maggioranza per un futuro di riscossa ai marchigiani». Marchetti ha detto che «questo governo non ha dato alcuna risposta alle necessità degli italiani lasciando allo sbando lavoratori e partite Iva, non riuscendo a difendere l’Italia dalle iniquità dell’Unione Europea. Dal canto suo Piero Celani ha contestato duramente la giunta Ceriscioli che «dalla gestione della ricostruzione del terremoto a quella dell’emergenza sanitaria è riuscita a produrre solo annunci, ma tutt’oggi non ha realizzato alcunché di concreto e purtroppo le nostre Marche sono state tra le zone che proprio nella provincia di Pesaro ha conosciuto le percentuali più alte di contagiati e deceduti». Infine ha parlato il candidato presidente in pectore alle regionali Francesco Acquaroli:

«Finalmente gli Italiani si riappropriano dei diritti costituzionali che sono stati violati dai decreti del governo Conte e da oggi finalmente parte una lunga marcia per ridare dignità e prospettive economiche e di sviluppo agli imprenditori, agli artigiani, agli agricoltori, commercianti e ai lavoratori dipendenti delle Marche».

Il comizio è terminato intorno alle 12, senza nessun problema di ordine pubblico, sotto il controllo di forze dell'ordine, presenti anche per impedire ogni tipo di contatto con l'altra manifestazione: quella della sinistra anconetana, a 2 passi da piazza Cavour appunto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento