Politica

2 giugno, c'è anche l'altra piazza: contesta il Centrodestra e intona "Bella ciao"

Presenti anche alcuni esponenti di Potere al Popolo e il consigliere comunale di Altra Idea di città Francesco Rubini

I manifestanti della sinistra

Stamattina in piazza Cavour per il giorno della festa della Repubblica, c’era anche la sinistra, non per contestare il governo, ma per segnare la loro presenza in contrasto, solo ideologico e mai violento, contro l’altra piazza, quella del Centrodestra. Alcune decine di manifestanti si sono così presentati alle 10,30, richiamati dal tam tam sui social generato da un appello di Pierluigi Sonnino della libreria Sonnnino. Spontaneo e senza una regia, la piazza di sinistra ha rimarcato ogni volontà di ricacciare qualsiasi fascismo, intonando “Bella ciao” e contestando un Centrodestra che, a detta loro, “ha strumentalizzato in modo vergognoso il 2 giugno”. 

Presenti anche alcuni esponenti di Potere al Popolo e il consigliere comunale di Altra Idea di città Francesco Rubini, che ha detto: «Era necessario ricordare a chi strumentalizza il 2 giugno a fini elettorali la natura e la storia di questa festa nazionale. La Repubblica nasce infatti dalla Resistenza e dal sangue dei partigiani. Con un presidio spontaneo e festoso lo abbiamo ricordato ai sovranisti nostrani». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

2 giugno, c'è anche l'altra piazza: contesta il Centrodestra e intona "Bella ciao"

AnconaToday è in caricamento