Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Sanità: liste d'attesa infinite per Tac e Risonanza, la proposta di Giancarlo D'Anna

Il consigliere regionale punta molto sul fatto che la cosa è già in via di sperimentazione in Veneto, dove starebbe dando i risultati sperati. Ecco in che cosa consiste l'idea di Giancarlo D'Anna per migliorare i servizi

Prenotazione al prossimo anno del mai per fare un esame tac o risonanza magnetica? La proposta del consigliere Giancarlo D'Anna è molto semplice. Per dare ''un taglio'' alle liste d'attesa per visite ed esami diagnostici negli ospedali delle Marche il sistema sarebbe quello di utilizzare al massimo gli strumenti a disposizione, ad iniziare da Tac e Risonanze magnetiche, anche in orari oggi non accessibili, fino alle 24 in alcuni giorni della settimana.  Un' idea che secondo D'Anna è già stata messa in pratica nella regione Veneto dove sono anche arrivati risultati nello smaltimento delle liste di attesa e ci sarebbe soddisfazione per l'esperimento.

“Hanno iniziato di recente dopo una campagna di informazione e dopo aver verificato le liste d'attesa – spiega Giancarlo D'Anna -  Cosa che ho suggerito da tempo anche qua da noi, anche perchè il costo è enorme e può essere ammortizzato facendo lavorare le macchina a pieno ritmo, cosa che oggi non accade. Anche perchè la vita dei macchinari è breve e la tecnologia avanza".

Un'idea che lo stesso consigliere, in altre occasione, ha definito concreta e di immediata. Ma forse non così repentina da mettere in pratica, se non altro per il fatto che, per una modifica della gestione dei macchinari, servirebbe anche una modifica del contratto dei tecnici e dei medici. "E' ovvio che deve essere valutata e che ci sono delle regole contrattuali da rispettare, però c'è un personale già formato, macchine pronte e il rientro degli investimenti. A conti fatti è evidente che, invece di fare convenzioni per altre prestazioni, va valutato con il personale e, se è il caso, va modificato il contratto”.

Ma come si inserisce una proposta così con gli accorpamenti e le modificazioni del sistema sanitario che si stanno avviando nella nostra regione? “Proprio perchè è un periodo nel quale si stanno facendo alcune modifiche, non si capisce perchè si debba agire in virtù della penalizzazione dei servizi. Se ci sono cose da modificare, vanno modificate. Soprattutto per quelle che hanno avuto già investimenti. E' il momento giusto: perchè parlare solo di tagli?”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: liste d'attesa infinite per Tac e Risonanza, la proposta di Giancarlo D'Anna

AnconaToday è in caricamento