Università

Unitre, boom di iscritti: si insegna anche la storia

Alla Biblioteca Francesca l’inaugurazione dell’anno accademico 2023-2024 con la prolusione della dottoressa Passari sul rapporto tra uomo e natura

FALCONARA - Sarà incentrata sulla natura e sulla tutela dell’ambiente la conferenza pubblica che, mercoledì 18 ottobre alle 17, nella Biblioteca Francescana di piazza Sant’Antonio, aprirà l’anno accademico 2023/2024 dell’Unitre di Falconara, l’Università delle tre età presieduta dalla professoressa Giuseppina Sidoti Di Giorgio. Durante la cerimonia la dottoressa Adriana Passari parlerà sul tema «Dalle metamorfosi di Ovidio: ‘La fusione dell’uomo con la natura’». Quest’anno l’Unitre di Falconara festeggia i 33 anni di attività con un importantissimo traguardo: sono 130 i nuovi iscritti, ossia le persone che per la prima volta hanno scelto di frequentare uno dei circa 60 corsi attivati dai docenti dell’Università falconarese o in convenzione con strutture e professionisti.

Tra le novità dell’anno accademico 2023/2024 il corso di Ecologia, mentre sono state confermate le lezioni sempre molto apprezzate di Letteratura italiana, Storia, Storia dell’arte, Lingue straniere, Psicologia, così come i laboratori di cucito, ricamo, lavoro a maglia, restauro, pittura, ceramica. Molto richiesti anche i corsi di ginnastica, nuoto e ballo in convenzione con istruttori e strutture del territorio. L’Unitre di Falconara offre anche lezioni di Storia del popolo ebraico, Archeologia, un laboratorio per la lavorazione del vetro, grazie alla collaborazione di docenti e artigiani che da anni si mettono a disposizione di questo importante centro per la diffusione di ogni tipo di cultura. Nel corso dell’anno l’associazione offrirà agli iscritti e alla cittadinanza la possibilità di partecipare a conferenze, spettacoli e mostre.

Le iscrizioni resteranno aperte fino alla fine di ottobre (ci si può iscrivere nella sede di via della Repubblica), ma a molti corsi si potrà partecipare iscrivendosi anche successivamente, compatibilmente con il numero delle persone già iscritte, specie nel caso dei laboratori. «L’Unitre di Falconara è una ricchezza per la nostra città – dice l’assessore alla Cultura Marco Giacanella –. La sua è una storia ultratrentennale, ma con un’offerta sempre giovane, capace di recepire l’evoluzione della società per offrire corsi innovativi accanto a quelli più classici o legati alla tradizione. Il suo ruolo, in questi anni, è stato anche quello di tramandare conoscenze legate all’artigianato, grazie ai laboratori e al coinvolgimento di artisti e artigiani locali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unitre, boom di iscritti: si insegna anche la storia
AnconaToday è in caricamento