rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Scuola

Campionato delle scuole: "Tutti in campo" è al giro di boa

“Giro di boa” per le fasi territoriali del campionato per classi “Tutti in campo”, competizione promossa per le scuole secondarie di I e II grado della regione dall’Ufficio scolastico regionale per le Marche

ANCONA - “Giro di boa” per le fasi territoriali del campionato per classi “Tutti in campo”, competizione promossa per le scuole secondarie di I e II grado della regione dall’Ufficio scolastico regionale per le Marche. Manifestazione che ha come principale fine quello di promuovere il più ampio coinvolgimento possibile degli alunni delle scuole aderenti nella pratica sportiva scolastica, non solo dei più abili. Si sono infatti svolte le competizioni provinciali di Ancona e Pesaro, curate dai rispettivi referenti territoriali per l’educazione fisica e sportiva, che hanno visto premiate, per ciascuna sessione, le prime, seconde e terze classi delle secondarie di I grado e due classi (biennio e triennio) degli istituti superiori. Nell’anconetano si sono aggiudicate il podio più alto, per il primo grado, la classe prima dell’Istituto comprensivo “Novelli-Natalucci” di Ancona, la classe seconda dell’istituto “Cittadella Margherita Hack” della stessa città e la classe terza del Beltrami” di Filottrano. Per le superiori, successo dei licei “Cambi” di Falconara Marittima (biennio) e “Volterra” di Fabriano (triennio). Per la provincia di Pesaro, invece, primo posto per la classe prima della scuola media paritaria “Campanini” di Pesaro e importante affermazione per l’istituto comprensivo “Alighieri” della stessa città, che conquista il primato sia tra le classi seconde che tra le terze. Per la categoria delle scuole superiori prevalgono due istituti di Urbino, l’IIS “Raffaello” (biennio) e l’ITI “Mattei” (triennio). Le due fasi finora disputate hanno visto la partecipazione di quasi 580 ragazzi delle scuole dell’anconetano e circa 450 alunni della provincia di Pesaro e Urbino.

Nelle fasi di istituto, gli alunni si erano cimentati nella propria scuola in una serie di “prove atletiche” individuali, praticabili anche con le restrizioni che hanno caratterizzato fino a oggi le attività scolastiche di educazione fisica e sportiva. I risultati delle singole prove sono confluiti in un “punteggio di classe”, che ha determinato le classi “vincitrici” all’interno di ciascun istituto partecipante all’iniziativa. A queste classi sono riservate le fasi territoriali, programmate per ogni provincia in due giornate, ciascuna per uno dei due gradi di scuola e realizzate grazie al supporto tecnico della FIDAL e alla collaborazione degli enti locali per l’utilizzo degli impianti.

Oltre l’obiettivo dell’inclusività (il “motto” della competizione è “Tutti in campo. Corri, salta, lancia: every result counts”), l’iniziativa dell’USR Marche intende motivare quanti più ragazzi possibile a esercitarsi su abilità motorie fondamentali (corsa, salto in lungo, lancio, funicella, core stability…), nella convinzione che la valenza educativa dello sport possa avere un ruolo fondamentale per la formazione dei giovani studenti. Essa mette peraltro in risalto il lavoro del docente di educazione fisica e scienze motorie durante le ore curriculari e si affianca e integra le attività dei campionati studenteschi, che nel frattempo stanno riprendendo dopo la pausa della pandemia e che mirano a valorizzare le eccellenze nella rappresentativa di istituto. Prossimi appuntamenti per le scuole della provincia di Macerata (21 e 22 aprile) e delle province di Ascoli Piceno e Fermo (18 e 19 maggio).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campionato delle scuole: "Tutti in campo" è al giro di boa

AnconaToday è in caricamento