Provini hard, regista arrestato: nello studio-trappola anche ragazze anconetane

Secondo l'uomo, le ragazze erano consapevoli di ciò che avrebbero girato

Foto di repertorio

Provini hard che mettevano in fuga ragazze arrivate a Roma da diverse città d’Italia, tra cui Ancona. Un talent scout frusinate, arrestato dai carabinieri, dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata e continuata nell’interrogatorio fissato per il prossimo 17 agosto. Complessivamente, come riporta il quotidiano FrosinoneToday, le ragazze che hanno sporto denuncia sono state una decina. Hanno riferito agli investigatori che il 48enne, regista e produttore, dava loro appuntamento presso la stazione metro Annibaliano oppure in quella di piazza Bologna, per poi portarle a volte a casa sua e in altre occasioni in alcuni fast food. 

In una denuncia, che vede come vittima una 22enne, si racconta anche di un rapporto sessuale completo, descritto sì nel copione che la ragazza aveva letto, ma che credeva restasse una finzione. Le aspiranti attrici, secondo il regista, erano invece perfettamente consapevoli di ciò che sarebbero andate a recitare. Un escamotage, dicono i magistrati, per arrivare a ben altro. L’uomo si trova da venerdì scorso nel carcere di Regina Coeli. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento