menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La birra artigianale e come produrla, studentesse della Politecnica premiate

Il progetto “Beer Open” vince il Project Work 2018: 5 universitarie per la valorizzazione della filiera locale

Il Gruppo Gabrielli ha premiato 5 studentesse della Politecnica delle Marche che hanno presentato un progetto per la valorizzazione della filiera locale per produrre birra artigianale al Project Work, concorso giunto al quarto anno. Beer Open è il nome della migliore proposta caratterizzante l'edizione 2018 elaborata da 5 dei 25 studenti universitari del corso di Business Marketing della Facoltà di economia “G.Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche, partecipanti al progetto. Il focus dell'edizione 2018 è stato incentrato sulla valorizzazione delle filiere locali attraverso due percorsi necessari l'uno all'altro: da un lato il consolidamento con le imprese del territorio, anche attraverso progetti di crescita manageriale, dall'altro il consolidamento del ruolo decisivo da attribuire a  informazione ed educazione del consumatore per migliorare la cultura del prodotto. Tutto al femminile il team vincitore di questa edizione: Eleonora Cortellini, Vittoria Maria Ercolani, Elisabetta Properzi, Chiara Santarelli e Giulia Nisi, premiate nella giornata di giovedì 6 settembre 2018 presso il Rettorato della Politecnica durante una conferenza stampa di presentazione del progetto. Il progetto Beer Open nasce dall’analisi della domanda e dell’offerta di birra artigianale. Il team ha studiato le possibili criticità, dalla conservazione della birra alla produzione di luppoli freschi e ha fornito diverse soluzioni per valorizzare la posizione del birrificio e proporre soluzioni che vanno oltre il semplice acquisto passivo, tramite un’interazione attiva tra acquirenti e fornitori. Il Gruppo Gabrielli attuerà concretamente il progetto coinvolgendo, laddove necessario, alcuni degli studenti che hanno partecipato. Vincenti anche i numeri caratterizzanti l'iniziativa che procede dal 2015: realizzati 4 Project Work all'interno del corso di Business Marketing con 112 studenti coinvolti, 23 progetti presentati 3 idee premiate dal Gruppo Gabrielli. 

Project Work è nato nel 2010 a seguito di una collaborazione voluta dal Gruppo Gabrielli con l'Università Politecnica delle Marche presente già in sede con “Gabrielli Lab” una vera officina di idee in cui dottorandi sono chiamati a collaborare per progettare e realizzare idee innovative declinabili in tutte le aree nevralgiche aziendali. Project Work è un’opportunità che si conferma molto valida tanto per i ragazzi che hanno modo di misurare le proprie capacità, lavorando a stretto contatto con i professionisti aziendali, tanto per l'azienda che testa tematiche di proprio interesse da un punto di vista differente, rispetto a quello consolidato. “I progetti come questo aiutano i nostri studenti ad incontrare il mondo del lavoro – dice il Rettore Sauro Longhi. Grazie a questi strumenti è più facile il confronto tra la nostra offerta di conoscenze e la domanda delle imprese sempre più innovative. Ricordiamo poi che i laureati della Politecnica hanno un alto tasso di occupazione pari al 91,9% contro l’87,3% delle media nazionale”. “Questo progetto costituisce una modalità didattica innovativa – afferma il Pro Rettore Gian Luca Gregori che coordina il progetto - che consente il coinvolgimento attivo degli studenti nell'implementare le nozioni acquisite”. “Gli studenti della Politecnica hanno dimostrato un alto valore qualitativo nelle proposte formulate  – ha detto Barbara Gabrielli vicepresidente del Gruppo – ringraziamo tutti per aver partecipato e dato il loro contributo. Vedere la fantasia e l'estro dei professionisti di domani nella costruzione di progetti volti a valorizzare la filiera corta, per noi elemento determinante per il dialogo con il territorio, è un segnale positivo e sano per la crescita di tutti gli attori coinvolti”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento