rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

«Vuole guarire dall'anoressia, cerca una struttura che l'accolga»: l'appello di mamma coraggio per una ragazza malata

L'incontro è avvenuto quasi per caso: Patrizia Guerra fa un appello per aiutare la ragazza

ANCONA - Giacca bianca, cappellino ben calzato in testa, sguardo e corpo provato da un mostro chiamato anoressia. Ieri Patrizia Guerra, la mamma in prima fila nei City Angels, ha incontrato una ragazza di 35 anni di origine romena che dalla Sicilia è arrivata ad Ancona in cerca di un luogo che possa curarla. E' senza fissa dimora e per sopravvivere si aggira per la città chiedendo l'elemosina. «Vuole sconfiggere la malattia e cerca una struttura che possa accoglierla. Ho avuto modo di parlarci un paio d’ore e la sua storia mi ha profondamento toccato» spiega Patrizia Guerra. Le ha raccontato che non avendo un domicilio per lei è difficile trovare una clinica o una struttura che la aiuti. 

Mamma coraggio commenta sui social l’incontro avvenuto per caso: «Ho scelto di essere una City Angels per dirvi che la nostra missione dura 24 ore su 24 anche senza divisa  - dice Patrizia - oggi ho aiutato e ascoltato la testimonianza di questa ragazza che combatte contro l'anoressia, mi ha raccontato di essere sola e che nessuno l'aiuta solo perché non ha la residenza e non ha una casa. Mi ha descritto il suo passato intrappolata nel suo corpo , con il viso scavato e gli occhi fuori dalle orbite, la pelle pallida e ghiacciata, le ossa sporgenti e doloranti, talmente fragili che sembrava potessero spezzarsi da un momento all’altro». Riflette Guerra: «Spesso le persone in difficoltà, svantaggiate o semplicemente più deboli, hanno bisogno di qualcuno che li difenda, che parli per loro. Mi sono resa conto che la povertà più grande di questa società non è la mancanza del mangiare ma quella della mancanza di amore. Grazie a chi mi aiuterà ad aiutarla: ancona@cityangels.it». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Vuole guarire dall'anoressia, cerca una struttura che l'accolga»: l'appello di mamma coraggio per una ragazza malata

AnconaToday è in caricamento