Cronaca

Rovinato dal terremoto, osimano suicida dopo il decreto Renzi: "Escluso dai rimborsi"

Il Governo esclude Camerino dai fondi per la ricostruzione dopo il sisma del 24 agosto: un colpo "fatale" per Adriano Pieretti, 31enne, con un mutuo da pagare e il negozio distrutto. Pochi giorni fa lo sfogo su Facebook

Adriano Pieretti si è suicidato a 31 anni: ha deciso di togliersi la vita impiccandosi in casa. Adriano, commerciante originario di Osimo ma residente a Camerino era titolare dell'edicola sita davanti alle scuole della città ducale rimaste chiuse a causa del sisma dello scorso 24 agosto. E proprio dal terremoto del Centro Italia è iniziata una crisi che ha portato il giovane in un vortice da cui non è riuscito ad uscire. Le scuole chiuse, il calo delle vendite, le difficoltà economiche condivise con la fidanzata, anche lei rimasta senza lavoro dopo che il terremoto ha danneggiato il negozio di estetista in cui lavorava. A peggiorare la situazione è arrivata la decisione del Governo di tracciare il confine dei comuni da includere nel "cratere sismico" beneficiari degli aiuti di Stato: Camerino era stata esclusa.

Pieretti due giorni fa ha sfogato su Facebook tutta la sua rabbia alla notizia dell'esclusione di Camerino dal cratere sismico. «Che dire… ho la ragazza che dal 24 agosto non lavora, per il negozio distrutto, con un mutuo dietro .- aveva scritto -, e sti pagliacci ci hanno messo fuori….è proprio un’Italia di merda….». Oggi sempre su Facebook lo sfogo della fidanzata Ilaria, con cui Adriano conviveva: «Non ho parole per descrivere quello che provo ora che se n'è andata la persona più importante della mia vita. Ovunque andrai, rimarrai sempre con me! Ti amo amore mio». Sull'accaduto indagano i carabinieri. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovinato dal terremoto, osimano suicida dopo il decreto Renzi: "Escluso dai rimborsi"

AnconaToday è in caricamento