Falconara, il Siulp: “In aeroporto sicurezza privata con soldi pubblici”

Il Sindacato della Polizia: "Caso unico in Italia, la società che gestisce l'aeroporto non assume Guardie giurate e utilizza personale di Polizia, pagato con soldi pubblici, per controllare il passaggio doganale carraio"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Siulp, il Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia, inerente alla gestione della sicurezza all’aeroporto Raffaello Sanzio di Falconara:

“Oggi era previsto un vertice in Prefettura al quale avrebbe preso parte anche il Direttore VIII Zona Polizia di Frontiera, Dott. Cesareo, per discutere dell’impiego della Polizia di Frontiera presso l’aeroporto di Falconara.
E’ una problematica che abbiamo sollevato da tempo, in merito ad alcuni servizi svolti dai colleghi presso l’aeroporto, che snaturano le loro professionalità, diminuendo i controlli di frontiera e facendo operare i Poliziotti in totale insicurezza.

Presso l’aeroporto di Falconara la Polaria oltre ai normali controlli di Frontiera è impiegata nel controllo esterno del passaggio doganale carraio che dovrebbe essere a carico della società di gestione e della Guardia di Finanza.
Caso unico in Italia, la società  che gestisce l’aeroporto non assume Guardie giurate e utilizza personale di Polizia, pagato con soldi pubblici, per una attività che nulla a che fare con l’attività istituzionale della Polizia di Frontiera. In nessun altro aeroporto italiano il personale di polizia viene impiegato in tale servizio

Inoltre, in tale servizio è impiegato nelle 24h un poliziotto per turno completamente isolato, che dovrebbe attuare protocolli nazionali di controlli antiterrorismo sui mezzi in transito, in totale insicurezza. Qualcuno ci dovrà spiegare come è possibile mettere in pratica i previsti ed obbligatori controlli da checkpoint in zona di guerra con una singola unità.  

Non sappiano ancora il perché del rinvio del vertice, ci auspichiamo che venga riconvocato al più presto. Nel frattempo stiamo valutando l’opportunità di un volantinaggio presso l’aeroporto di Falconara per informare l’opinione pubblica sulle seguenti questioni:

Diminuzione dei poliziotti in servizio presso l’aeroporto di Falconara;
Utilizzo distorto del personale di polizia, distolto dalla sua attività istituzionale;
L’insicurezza di chi opera, genera insicurezze nel servizio che dovrebbe essere erogato alla collettività.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

Torna su
AnconaToday è in caricamento