menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presidi, niente bevande in vetro e vie di fuga: la città si prepara all'arrivo del Giro d'Italia

Si è tenuta venerdì la riunione organizzativa dell’11^ e 12^ tappa del Giro d’Italia. Verificata la completezza sotto i diversi profili del piano di safety/security

Si è tenuta ieri la riunione organizzativa dell’11^ e 12^ tappa del Giro d’Italia, convocata dal Prefetto di Ancona Antonio D’Acunto, cui hanno partecipato il Viceprefetto Vicario, il Sindaco di Osimo Pugnaloni, il Dirigente del Commissariato di P.S. di Osimo, i rappresentanti di Questura, Comando provinciale Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Polizia provinciale, le Polizie Municipali, ANAS e Servizio 118. All’incontro è intervenuto il rappresentante della R.C.S.-Giro d’Italia

Nel corso della riunione è stato verificata la completezza sotto i diversi profili del piano di safety/security predisposto dal Comune di Osimo (sulla base delle indicazioni emerse nella precedente riunione in Prefettura del 3 maggio scorso), per le aree del centro storico interessate dall’arrivo e dalla partenza in presenza di un folto pubblico. 
Il piano prevede, tra l’altro, la dislocazione dei presìdi, con dispositivi antintrusione, ai varchi di accesso all’area interdetta alla circolazione, con la predisposizione di apposite vie di fuga e di aree di attesa per il pubblico in caso di criticità, nonché le necessarie misure di assistenza sanitaria. Il Comune di Osimo adotterà per il centro storico ordinanza di divieto di vendita e somministrazione di bevande in contenitori di vetro.

Il 16 ed il 17 maggio sarà attivo presso il municipio di Osimo il Comitato operativo comunale, coordinato dalla Prefettura e dal Comune, che seguirà l’attuazione di tutte le fasi del piano.  Riguardo alla tappa del 17 maggio che interesserà il territorio di Ancona, la Polizia Stradale, in collegamento col C.O.A., e la Polizia Municipale di Ancona, monitoreranno la situazione al fine di agevolare il deflusso del traffico verso itinerari alternativi in modo da evitare congestioni. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento