rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca

Lo shopping di Natale regala caos e ingorghi in centro. Sotto l’albero 8 milioni di euro di multe per gli anconetani

Il Comune di Ancona ha deliberato il bilancio previsionale 2023-2025. Alla voce entrate extra tributarie ci sono le somme derivanti dalle sanzioni per violazioni al codice stradale. Per il 2022 la cifra ammonta a ben 8 milioni e 287 mila euro

ANCONA - Il BiAncoNatale ha appena acceso le luminarie e le attrazioni in centro. Ogni giorno i corsi e le spine sono letteralmente prese d’assalto, specie nei fine settimana. E lungo le arterie circostanti è il caos: serpentoni d’auto attraversano la città a passo d’uomo alla ricerca di un parcheggio (o meglio miraggio), clacson a tutto spiano manco fosse una sezione orchestrale di strumenti a fiato. Insomma, lo shopping di Natale parte bene per i commercianti, molto meno invece per i clienti. Ma la vera sorpresa è la tolleranza zero verso gli indisciplinati. Occhio ad arrendersi nel lasciare l’auto sul primo divieto di sosta a portata di mano, che tanto è Natale saranno tutti più buoni. Neanche per sogno. Anzi, il Comune di Ancona, nel bilancio di previsione 2023-2025 ha inserito nella voce “Sanzioni per violazioni al codice della strada” la somma di 7 milioni e 483 mila euro per il triennio in vista. Mentre per il 2022 la previsione definitiva è di 8 milioni 287 mila e 575 euro. E l’anno non è nemmeno concluso. Quindi, considerata l’impennata di verbali che verranno firmati sotto le feste, la cifra può solo aumentare. E la stangata è servita.

La previsione

Per il triennio 2023-2025 il Comune ha previsto di incassare 7 milioni e 483 mila euro all’anno dalle multe per infrazioni al codice della strada. Di cui 3 milioni e 25 mia euro sarebbero la quota accantonata per i fondo crediti dubbia esigibilità. I restanti 4 milioni e 457 mila euro sarebbero il netto dei proventi delle sanzioni, a loro volta ripartiti in: 2 milioni e 968 mila euro all’anno per tutte le infrazioni al codice stradale ad eccezione di quelle riguardanti l’eccesso di velocità, e 1 milione e 489 mila euro all’anno per le sanzioni da eccesso di velocità. Ovviamente, essendo una stima previsionale, può essere suscettibile di modifica. Ma visto com’è andata quest’anno, la modifica potrà essere solo in eccesso. 

L’impiego

Da delibera comunale l’impiego dei proventi da sanzioni al codice della strada andranno destinati alla “Sostituzione, ammodernamento, potenziamento e manutenzione della segnaletica stradale”. Ovvero: nel triennio 2023-2025 si prevede di destinare 185 mila euro all’anno agli interventi sulla segnaletica stradale e 190 mila euro all’anno alla manutenzione e riqualificazione degli impianti semaforici, per un totale di 375 mila euro all’anno. Un’altra parte, invece, andrà al “Potenziamento delle attività di controllo e accertamento violazioni”. Leggasi: autovelox. E quindi, oltre 251 mila euro all’anno finiranno per la manutenzione e potenziamento dei sistemi di rilevazione delle violazioni, e 120 mila euro all’anno per l’accertamento delle sanzioni. Totale: 371 mila e 136 euro all’anno. E poi ci sono gli “Altri interventi di miglioramento della sicurezza stradale”. Ossia: manutenzione e riqualificazione degli impianti di pubblica illuminazione (510 mila euro all’anno), l’assunzione di personale a tempo determinato (44 mila e 870 euro all’anno), la gestione e manutenzione dei mezzi di polizia municipale (84 mila e 546 euro all’anno), e la previdenza integrativa agli agenti di polizia municipale (100 mila euro all’anno). Totale 739 mila e 416 euro all’anno. Conto finale: 1 milione 485 mila e 553 euro all’anno dei proventi delle multe andranno così impiegati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo shopping di Natale regala caos e ingorghi in centro. Sotto l’albero 8 milioni di euro di multe per gli anconetani

AnconaToday è in caricamento