Sequestrato impianto di gestione rifiuti, blitz della forestale: scattano le denunce

Denunciato il responsabile legale della società per il reato di gestione illecita di rifiuti e inosservanza delle prescrizioni previste dall'autorizzazione provinciale

L'intervento della forestale

OFFAGNA - Nei giorni scorsi i carabinieri forestali di Ancona hanno eseguito ordinanza, disposta dal gip presso il Tribunale di Ancona, di sequestro di un impianto di gestione e trattamento rifiuti vegetali ad Offagna. Il titolare e responsabile legale dovrà ora rispondere di illecita gestione dei rifiuti e inosservanza delle prescrizioni previste dal provvedimento di autorizzazione rilasciato dalla Provincia di Ancona.

I militari hanno sequestrato anche 4 mezzi d'opera, in particolare un escavatore, una macchina trituratrice, una macchina vagliatrice, e un mezzo meccanico per la movimentazione del materiale, oltre a due grossi cumuli di materiale vegetale trinciato, dei quali uno era stoccato in area non consentita dall'autorizzazione. Il provvedimento del Giudice giunge a seguito di una serie di accertamenti eseguiti dai militari che dal mese di settembre 2019 hanno scoperto una gestione irregolare dei rifiuti oltre all'inosservanza delle prescrizioni dell'autorizzazioni. La ditta infatti stoccava i rifiuti e il materiale post recupero in aree non autorizzate e anche le operazioni di macinatura di rifiuti non era effettuata all'interno del capannone, causando anche disturbo ai cittadini residenti nei pressi dell'impianto. Ora il titolare rischia un massimo di 6 mesi di carcere o un ammenda fino a 13mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento