Porto: arachidi contaminate da agente cancerogeno

Fermato al Porto di Ancona un carico di arachidi non tostate contaminate da un alto numero di muffe, che a sua volta hanno liberato un'altissima concentrazione di aflatossina B1, un potentissimo agente cancerogeno

È stato fermato al Porto di Ancona un carico di arachidi non tostate, trasportate all'interno di un container, il cui cattivo stato di conservazione ha causato la produzione di un alto numero di muffe, che a sua volta hanno liberato un'altissima concentrazione di aflatossina B1, un potentissimo agente cancerogeno, considerato di classe 1 dalle norme internazionali.

Tutte le analisi del caso sono state disposte dall'Arpam di Macerata che – come riportato dal Resto del Carlino – è la struttura sanitaria di riferimento per casi di questo tipo, e con ogni probabilità il carico verrà rispedito al mittente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento