menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ascoli, scontro tra Tornado: trovato un corpo carbonizzato

In mattinata un corpo carbonizzato è stato rinvenuto nella fusoliera di uno dei due caccia, schiantatisi in volo nei cieli sopra Ascoli. Si tratterebbe di un uomo

Sono sempre più remote le speranze di ritrovare vivi i piloti dispersi nello scontro di ieri tra due Tornado sopra i cieli di Ascoli. 
In mattinata, nella zona di Tronzano, è stato ritrovato il corpo carbonizzato di uno dei piloti, rinvenuto nella fusoliera di uno dei due caccia. L’Aeronautica non ha lasciato speranze sulle probabilità di ritrovare superstiti: «Escludiamo che i piloti dispersi a seguito dell’incidente aereo siano ancora vivi».

L'Areonautica militare ha inoltre comunicato i nomi dei militari a bordo dei Tornado: sul primo velivolo erano presenti il capitano pilota Alessandro Dotto, 31 anni di Ivrea ed il capitano navigatore Giuseppe Palminteri, 36 anni di Palermo. Sul secondo invece si trovavano il capitano pilota Mariangela Valentini, 32 anni di Borgomanero ed il capitano navitagore Paolo Piero Franzese, 35 anni di Benevento.

NESSUN PARACADUTE. Non ci sono state conferme sul ritrovamento dei resti del paracadute arancione, che nella serata di ieri aveva alimentato flebili speranze di ritrovare vivo almeno uno dei piloti. Secondo i Vigili del Fuoco si tratterebbe solamente dei resti di un salvagente. 

LA POLITICA. Cominciano intanto ad affluire le prime dichiarazioni dei politici e dei decisori pubblici. "Non possiamo trascurare il fatto che se cio' fosse avvenuto in altro luogo, ci saremmo potuti trovare di fronte ad un tragedia di proporzioni ancora maggiori", ha dichiarato Aldo Di Biagio, capogruppo di Per l'Italia in commissione Difesa al Senato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento